1419 Siqua Fata Sinant, sabato 31 e domenica 1 a Montemiletto.

0
372

Nella giornata di sabato si è svolto, nella la cornice del Castello Della Leonessa di Montemiletto, una conferenza stampa per la presentazione dell’evento “1419 SIQUA FATA SINANT”.

Il presidente della Proloco Florindo Garofalo ha iniziato con ringraziare chi è intervenuto, ha ringraziato le televisioni locali e di giornali. Inoltre ha sottolineato che questa manifestazione è volta, come il lavoro di tutto l’anno di questa Pro Loco, a valorizzare il borgo di Montemiletto per far conoscere le bellezze del territorio.

“Siamo giunti alla V edizione della Rievocazione Storica “1419 SIQUA FATA SINANT”, rievocazione autofinanziata dagli sponsor, dai cittadini di Montemiletto e dai soci stessi della Pro Loco” spiega il Presidente.

Per semplificare la fase descrittiva, lo stesso provvede a descrivere l’evento raccontando le tre macroaree separatamente: Spettacoli, allestimenti e enogastronomia.

“Di sicuro abbiamo migliorato, anzi ottimizzato il già metodico e minuzioso lavoro di trasformazione degli interni del castello, la piazza e le “rue” montemilettesi, cercando quanto più di riportare il medioevo nel sito storico montemilettese.” Continua Garofalo.

Vengono elencati dallo stesso, vari allestimenti, come il Museo della Tortura, l’esposizione della mostra dell’artista Montemilettese Ezio Colella che dipinge con la tecnica dell’inchiostro di china, l’Osservazione astronomica dal mastio del Castello della Leonessa, grazie all’associazione “Un salto nel Cielo” ed infine si potrà giocare all’Escape Room, gioco di logica.

“Per quanto riguarda i figuranti di Montemilettesi, quest’anno con enorme soddisfazione abbiamo quasi raddoppiato le adesioni degli scorsi anni, raggiungendo oltre 100 persone. E’ doveroso ringraziare il sindaco di Cassano Irpino, Salvatore Vecchia, che ha sposato subito la nostra causa, fornendoci i meravigliosi abiti.”

Anche il numero degli artisti si è quasi raddoppiato . I Trombonieri Filangieri, con alla testa Algiasio Tocco, guideranno la riconquista del feudo scontrandosi con la difesa di Andrea Caracciolo, del gruppo Borgo schiacciaventi.

Ormai artista di casa Zeno, fachiro sputa fuoco, tornerà nei fasti della Montemiletto medievale nei giorni della festa.

Presenti anche i Cavalieri del Giglio, armigeri di professione, i Facolnieri dell’Irno con i loro volatili.

Le new entry sono, il Gobbo di Cicignano, presente nelle più grandi rievocazioni storiche d’Italia, il Teatro dei Burattini medievale, i Sbandieratori di Lucerna, i Menestrelli del 2000.

Si riconferma la didattica dell’associazione “arcieri di Montemiletto”, maestri del tiro con l’arco.
“Un sentito grazie va ai ragazzi dei “Viandanti di Montevergine”, che insieme ai figuranti della Proloco ci delizieranno con i balli tipici medievali.”

“Nel 600esimo anniversario dall’Assalto al castello la Pro loco ha ben pensato di ingrandire anche gli stand gastronomici aggiungendo alle primizie già preparate negli scorsi anni LA MANTOPPOLA tipica della tradizione di una frazione di Montemiletto, sottolineando ancora di più il voler valorizzare a 360° Montemiletto e l’irpinia” – continua Garofalo.

Si conclude ringraziando i patrocini: Provincia, Touring club italiano, Slow Food Avellino, Coldiretti Avellino, Italia Medioevale e dall’Ordine Civico Mediceneo. Si ringraziano anche le collaborazioni, Irpinia TV ed Irpinia News (media partners) Lions Mons Militum (spettacoli teatrali), L’Oratorio Giovanni Paolo II (Dama Vivente), Italia accessibile (che curerà l’accessebilità dell’evento), Info Irpinia.

Come tutti gli anni gli spettacoli e l’accesso alla manifestazione sarà gratuito.

“Ci auguriamo che questo invito possa arrivare a tutte le persone che come noi amano questo territorio e amano la storia… li aspettiamo qui, in questa splendida cornice, il 31 agosto e 1 settembre…” – conclude il presidente.

Di seguito programma dettagliato dell’evento:
31 agosto
– ore 20.00: Sbandieratori “Puer Apuliae” (punto 1)
– ore 20.00: Falconieri dell’Irno (punto 2) – ore 20.30: Teatro dei burattini (punto1) – ore 20.45: Il gobbo di Cicignano – Artista strada (punto 2) – ore 21.15: Zeno – sputafuoco (punto 2) – ore 21.00: Falconieri dell’Irno (punto 1) – ore 22.00: il Gobbo di Cicignano (punto 1) – ore 22.00: Sbandieratori “Puer Apuliae” (punto 2) – ore 22.30: I Menestrelli del 2000 – musici (punto 3) – ore 23.00: ASSALTO AL CASTELLO (assalto, scontro armato, incendio del castello) – ore 00.00: I Cavalieri del Giglio – combattimento con spade infuocate (punto 1) – ore 00.00: i menestrelli del 2000 – musici (punto 2)
01 settembre
– ore 19.30: I cavalieri del Giglio – combattimento con spade infuocate (punto 1) – ORE 19.30: Teatro dei burattini (punto 2) – ORE 20.00: Dama vivente – Oratorio Giovanni Paolo II (punto 1) – ore 20.30: Falconieri dell’Irno (punto 2) – ore 21.15: Il Gobbo di Cicignano – Artista strada (punto 2)

Ore 21.45: Sbandieratori “Puer Apuliae” (Punto 2) – ore 22.00: Teatro dei burattini (punto 1) – ORE 22.30: Il Gobbo di Cicignano – Artista strada (PUNTO 1) – ORE 23.00: Sbandieratori “Puer Apuliae” (Punto 1) – ORE 23.00: Falconieri dell’Irno (punto 2)
durante le serate ci saranno:
– Devil’s Parade (spettacoli trampolieri diabolici) itineranti – Escape room – Museo della tortura – Accampamento medievale con didattica – Tiro con l’arco (compagnia arcieri montemiletto) – Didattica falconieri – Spettacoli di ballo nella corte con “i Viandanti di Montevergine” – Mercato medievale ed antichi mestieri – Stand gastronomici con le migliori pietanze montemilettesi – Osservazione astronomica con “un salto nel cielo” – Vita di corte con i figuranti della pro loco Mons Militum

LASCIA UN COMMENTO