Ambiente, consegnato dossier al Ministro Costa.

0
581

Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, al fianco dei comitati ambientalisti contro l’istallazione del biodigestore nel comune irpino di Chianche. L’esponente di Governo, questa mattina, era a Santa Lucia di Serino. Dove ha ricevuto dal presidente dell’associazione, Salviamo la Valle del Sabato, il dottore Franco Mazza, un dossier sulle criticità ambientali del territorio. Mazza si augura che, “Costa trovi soluzioni che in questo territorio si attendono da troppi anni”.

Una occasione nel quale le associazioni hanno ribadito al Ministro, da sempre in prima linea contro i reati ambientali, la volontà di incontrarlo a Roma. Una occasione nella quale poter descrivere gli interventi ambientali dei quali l’Irpinia ha bisogno. Le associazioni da tempo segnalano sversamenti abusivi di complessi industriali, problemi nello smaltimento dei rifiuti, numero di patologie tumorali troppo diffuso e, con buone probabilità, riconducibile proprio all’inquinamento.

Mazza ha scritto per presentare il dossier: «Ad Avellino e provincia c’è un tipo di inquinamento che non può essere collegato solo al traffico di auto, ma le cause vanno ricercate in un altro numero di stabilimenti industriali a ridosso di aree urbane, spesso molto popolate, negli effetti nefasti avuti per l’amiente dall’ex Isochimica e dalla conformazione della Valle che favorisce il ristagno dell’inquinamento».

Il Ministro Costa ha spiegato come il decreto relativo all’ambiente, firmato da questo Governo, mira a punire severamente i reati contro l’inquinamento. Costa ha poi annunciato una cabina di regia per affrontare i problemi ambientali della Valle dell’Irno e della zona di Solofra, e prevede anche una analisi a tappeto dei depuratori per evidenziare eventuali irregolarità alle quali porre rimedio. Un altro capitolo riguarda il dissesto idrogeologico: «Abbiamo stanziato i primi fondi e ne destineremo ancora alla prevenzione. E alla pianificazione della tutela del territorio. Parliamo di circa sei miliardi da spalmare in più anni».

LASCIA UN COMMENTO