Il Caso PetrolCinica, sabato 22 al Sauli di Roma una produzione irpina.

0
596

Cosa succederebbe se avessimo la possibilità di citare in giudizio il petrolio, uno dei grandi protagonisti della storia al quale si attribuiscono, oltre che una serie di vantaggi, tanti problemi climatici e sociali? Guerre internazionali, danni all’ambiente, crisi economiche: l’oro nero occupa le prime pagine dei giornali di tutto il globo e sembra essere, a detta di molti, il peggiore criminale del presente.

In occasione della Giornata mondiale della Terra 2017, indetta dall’ONU ogni 22 aprile, l’Associazione tecnico-scientifica no profit International Solar Energy Society Italia ha deciso di organizzare un progetto in due giorni di attività divulgative con gli alunni delle classi III media dell’Istituto I.C. Sauli di Roma, sul tema dello sviluppo sostenibile. Venerdì 21 aprile, presso il teatro interno dell’I.C. Sauli, il Presidente di ISES Italia, Umberto di Matteo (Professore di Fisica tecnica ambientale dell’Università G. Marconi di Roma), terrà una lezione sul tema dell’ambiente e assegnerà agli studenti “i compiti della sostenibilità” da svolgere sabato 22 aprile (Giornata mondiale della Terra) a casa con i propri genitori, per sensibilizzare le famiglie su pratiche fondamentali come la raccolta differenziata, la riduzione degli sprechi di acqua e dei consumi energetici nelle case.

A seguire, dopo la lezione del Presidente Di Matteo, andrà in scena la rappresentazione “Caso PetrolCinica – La verità è ora nelle vostre mani“. Con un insieme di canto, danza e recitazione, si mette in scena un fantasioso processo al petrolio, per scoprire attraverso il teatro il valore dello sviluppo sostenibile (una produzione di: La Mela di Odessa, Guernica band, Iride compagnia teatrale, a.s.d. Esmeralda e con la collaborazione del Guerrilla Dancing Lab).

LASCIA UN COMMENTO