Cantelmo: mafie sottovalutate.

0
569

“Mafie e camorre che puntano ad impadronirsi del potere attraverso la violenza, in questo territorio vengono sottovalutate”.

“In questa provincia c’è una rappresentazione quasi rassicurante dell’illegalità che viene ridotta a poco più di una devianza, ma non è così – ha dichiarato Cantelmo -. C’è una presenza molto preoccupante della criminalità anche organizzata ed è altrettanto preoccupante vedere che la società non sembra interessata ai fatti. C’è un aumento del consumo di sostanze stupefacenti, per cui questo territorio potrebbe diventare oggetto di attenzioni da parte di organizzazioni più articolate. Ci potremmo trovare la gestione da parte di grossi clan malavitosi”.

“Bisogna cominciare a fare i fatti. Per questo è un dovere di tutti raccontare la mafia anche sotto un altro aspetto e non guardarla solo dal lato dei potenti e della loro capacità di fare economia. L’altra parte della medaglia che dobbiamo imparare a leggere è quella delle vittime. Solo quando le ragioni dei potenti cominceranno ad affievolirsi e nasceranno quelle dei vinti, riusciremo a leggere i fatti nella loro concreta efficienza”.

LASCIA UN COMMENTO