Continua la marcia del Benevento, Armenteros stende il Perugia al Vigorito.

0
417

Benevento in vantaggio con Armenteros dopo un buon primo tempo. Il Perugia gioca per gran parte della ripresa con un uomo in più (espulso Tello al ’50) ma non riesce a reagire. La squadra di Inzaghi resiste. Nel finale rosso anche per Carraro. Inzaghi respinge il tentativo di aggancio degli umbri e rimane in vetta a 18 punti.

Basta un gol di Armenteros nel primo tempo a decidere il big match tra Benevento e Perugia. Partita a due volti, con i primi ’45 segnati da un ritmo alto e dalle tante occasioni dei padroni di casa e una ripresa piena di colpi duri, espulsioni e perdite di tempo. Testimonianza che la lotta per la promozione è già nel vivo a questo punto della stagione. Punge al ventesimo Armenteros, in tap-in dopo il colpo di testa respinto di un buon Insigne. Poi la squadra di Inzaghi va vicina in più occasioni al raddoppio con Vicario, che compie almeno 3 interventi decisivi. Oddo prova a scuotere i suoi, ma Falcinelli è stordito dai fischi dei suoi ex tifosi, e Iemmello non ne prende una. Il Perugia, insomma non gira. Si riprende solo alla fine del primo tempo e a inizio ripresa, quando comincia a macinare gioco e a spaventare un pochino il Benevento. Ma quando la partita sembra poter cambiare con l’espulsione per doppio giallo di Tello, ecco che i buoni segnali mostrati dalla squadra di Oddo si spengono. Troppo poche le due conclusioni dalla distanza di Rosi, respinte da Montipò. Il gioco viene interrotto continuamente per contrasti, infortuni e gialli. Il Perugia perde la superiorità numerica all’ ’87 con Carraro che mette il piede troppo alto in un intervento e si becca il rosso diretto. Il Benevento non rischia ma non riesce a uscire. Inzaghi è nervoso ma alla fine respinge l’assalto del Perugia e vola sempre più primo a 18 punti. In attesa di vedere se Empoli e Crotone riescano ad accorciare le distanze.

LASCIA UN COMMENTO