Coldiretti Avellino protagonista ad Expo 2015.

0
125

Vino, cipolla ramata, caciocavallo podolico, ma anche salumi, pasta con grano locale e formaggi freschi.

L’Irpinia è sbarcata all’Expo di Milano presentando il meglio della sua produzione agroalimentare: presso il roof garden dello stand nazionale di Coldiretti (ingresso Cardo Sud) i visitatori potranno scoprire i sapori e le bellezze della provincia di Avellino. Numerose le iniziative coordinate da  Coldiretti Avellino, Gal Cilsi, Gal Partenio e Consorzio di Tutela Vini Irpini.

Sono previste degustazioni di vini a cura del Consorzio di Tutela guidato dalla presidente Milena Pepe, con l’abbinamento di piatti a base di cipolla ramata di Montoro. L’evento si svolge in collaborazione con il Gal Partenio.

Il 19 maggio, si terrà il laboratorio di intreccio di cipolle “Le bionde trecce di Montoro” a cura dell’azienda agricola Nicola Barbato. Sempre martedì 19 maggio è in programma un aperitivo letterario dedicato a Francesco De Sanctis in collaborazione con il Gal Cisli: protagonista sarà la pasta irpina di qualità con grano “Senatore Cappelli”.

Sarà rilanciato il Parco Letterario Francesco De Sanctis, dedicato al grande critico letterario nato a Morra Irpina (oggi Morra De Sanctis) che in un “Viaggio elettorale” descrisse in maniera straordinaria i luoghi dell’Alta Irpinia. All’aperitivo letterario interverrà Marisol Burgio di Aragona referente dei Parchi letterari in seno alla società Dante Alighieri. Parteciperanno inoltre all’Expo, l’Azienda Agricola Vito Pagnotta Serro Croce di Monteverde con la sua birra artigianale biologica con orzo coltivato sui propri terreni; il Consorzio FAI – Formicoso Alta Irpinia promotore della reintroduzione in Alta Irpinia della varietà “Senatore Cappelli” che vede protagonisti gli agricoltori dell’area; l’azienda agricola Biancaniello di Torella dei Lombardi specializzata nell’allevamento di suini a cui ha affiancato un laboratorio di salumi tipici; la “Bottega Italiana” di Monteforte con le sue freselle, l’azienda Lullo Antonio  di Senerchia con il  caciocavallo Podolico, l’azienda D’Apolito di Moscillo Giuseppe di Sant’Angelo dei Lombardi che porterà a Milano il Pecorino carmasciano.

E ancora, i formaggi freschi dell’Azienda Agricola Serroni di Ciccarella Vincenzo e i salumi dell’azienda Agricola Luigi Pennella, entrambi di Bisaccia.

“Expo rappresenta una vetrina straordinaria per le nostre eccellenze – osserva il direttore di Coldiretti Avellino, Salvatore Loffreda – creiamo così nuove opportunità di business per i nostri imprenditori e proviamo ad intercettare nuovi flussi di turisti interessati al segmento enogastronomico, in continua cresciuta nella nostra provincia”.

LASCIA UN COMMENTO