“Corruzione : io la ri – conosco e la com- batto – Percorsi per la legalità. " a cura dei Giovani Imprenditori.

0
106

Oggi ha preso il via il progetto “Corruzione – io la ri-conosco e la com-batto”,un percorso in più steps  nato all’interno del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Avellino, presieduto da Massimo Iapicca.

La cerimonia di presentazione  presso  l’Istituto Tecnico Guido Dorso, alla presenza del Presidente Iapicca , del Dirigente Loiaco e della responsabile dell’associazione Libera Noviello, è stato il primo atto per illustrare l’intero percorso educativo del progetto, che, come detto,coinvolgerà l’associazione Libera di Avellino e gli studenti dell’Istituto di Via Morelli e Silvati.

L’idea di partenza è quella di  fornire agli allievi idonei strumenti perché possano riflettere sul concetto di  legalità e sulle sue devianze,  in particolare sulla corruzione, fenomeno quasi endemico del nostro paese e del quale la cronaca si occupa, purtroppo , quotidianamente.

Un concetto quello della corruzione, dai confini molto labili e ambigui, che necessitano di una precisa definizione  per giungere alla quale è necessario assolutamente partire dal rispetto delle regole.

Comprenderne i significati, identificarne i confini, conoscerne i meccanismi sono i passi indispensabili da compiere se davvero vogliamo puntare al  buon funzionamento della società per il quale tutti possiamo fare qualcosa.

Il progetto che si articolerà in diverse fasi e coinvolgerà diversi soggetti della società, parte dalla somministrazione agli studenti dell’ultimo anno di un questionario, elaborato ad hoc dall’Università di Pisa, sulla percezione della corruzione .

Successivamente gli studenti , attraverso le testimonianze degli imprenditori e di chi opera quotidianamente sul territorio e vive il fenomeno della corruzione, impareranno a riconoscerla e a combatterla , impegnandosi già nei comuni comportamenti quotidiani.

 

L’intero percorso educativo del progetto si concluderà nel mese di aprile con un importante incontro di chiusura che coinvolgerà le massime autorità.

LASCIA UN COMMENTO