Il Gruppo SAPA nel regno delle automobili, presentazione di uno studio al Plastics in Motion di Detroit.

0
220

L’orgoglio del made in Italy attento all’ambiente tra i giganti del settore automotive. SAPA sarà uno dei relatori a Plastics in Motion, l’evento mondiale più importante nel settore delle materie plastiche per le automobili che si terrà a Detroit dal 4 al 7 giugno 2017. All’edizione 2017 – inaugurata da Thomas Pilette, vice presidente di Magna International – SAPA interverrà con uno studio sui vantaggi in termini di diminuzione delle emissioni inquinanti, grazie alla riduzione del peso dei componenti plastici dell’automobile e di conseguenza del consumo di carburante. La ricerca è in linea con le nuove esigenze ambientali che vogliono automobili più leggere, meno inquinanti e con performance di altissimo livello. SAPA punta sempre più allo sviluppo di tecnologie verdi ed ecosostenibili e materiali tecnologicamente più avanzati.

Lo studio verrà presentato dall’ingegner Sofia Lanzillo, che lo ha realizzato con l’importante contributo del Dipartimento di ingegneria industriale dell’Università di Salerno. Per rendere sempre più leggere le autovetture è stata realizzata un’attività sperimentale di stampaggio a iniezione con l’innovativa tecnologia Mucell; il board che organizza “Plastics in Motion” è stato favorevolmente colpito da questa sperimentazione, per cui ha garantito a SAPA l’esclusivo invito a partecipare come relatore. L’applicazione su scala industriale di questa tecnologia può portare a risultati sorprendenti in termini di riduzione di peso dei componenti, di miglioramento delle performance termiche e meccaniche e nella resa estetica e del design, con l’unione di questo processo ad altre tecnologie innovative di condizionamento dello stampo. L’obiettivo è proprio quello di ottimizzare i risultati ottenuti per portarli su scala industriale.

 

Un grande motivo di orgoglio per l’azienda che ha sede ad Arpaia e che continua a creare nuovi posti di lavoro. I dipendenti del Gruppo infatti sono più di 800, il fatturato è di 130 milioni di euro l’anno e i brevetti raddoppiano annualmente. Considerando che a “Plastics in motion” partecipano colossi industriali da decine di miliardi di fatturato che si confrontano sulle nuove opportunità di utilizzo delle materie plastiche nel settore automobilistico, è comprensibile l’orgoglio di questa piccola azienda inserita di fatto tra i giganti.  “Le materie plastiche hanno giocato un ruolo molto importante nel determinare il successo del settore automotive per diversi decenni – afferma Giovanni Affinita, Chie Strategy Sales di SAPA – ma mai come oggi stiamo assistendo a una vera e propria rivoluzione nei progressi fatti nella loro  lavorazione: si realizzano auto più leggere, sicure, con un design all’avanguardia e con una qualità sempre più alta. È un vero e proprio Rinascimento del settore e il Made in Italy ne è un asse portante su scala mondiale. Per questo motivo siamo  orgogliosi di partecipare a Plastics In Motion 2017;  il nostro ufficio R&D dimostra di saper tenere il passo nelle sfide concrete che il nostro settore ci ha messo di fronte in questi anni. In SAPA cerchiamo di fare  sempre piu’ impresa Made in Italy con respiro internazionale.”

 

Questo respiro internazionale è promosso anche dal Premio Angelo Affinita, il concorso lanciato ad aprile e destinato ai giovani di tutta Europa.  Il Premio Angelo Affinita assegnerà 3 premi del valore totale di 22.000 euro a tesi di laurea, dottorato di ricerca o progetto di ricerca: i vincitori  avranno l’opportunità di realizzare il progetto lavorando all’interno del Gruppo. Per le iscrizioni c’è tempo fino al 31 luglio 2017;  basta collegarsi al sito   www.premioangeloaffinita.it.

LASCIA UN COMMENTO