IIA, ad pronto a portare i libri contabili in tribunale, atteso intervento del Governo.

0
796

La IIA ha le ore contate, in meno di 24 ore l’azienda porterà i libri in tribunale per mettere in liquidazione la società.

Solo il governo potrà impedirglielo, l’impegno del ministro Luigi Di Maio, ieri sera a Caivano, oggi si trasformi in fatto concreto.”

E’ quanto scrive Silvia Curcio sulla pagina facebook informazioni ai dipendenti.

“L’ad ha già provveduto a mettere al riparo lui è la sua famiglia, le conseguenze disastrose e devastanti, le subiranno solo i lavoratori, le lavoratrici e le loro famiglie. Domani all’alba tutti a Roma.”

Ieri mattina si è tenuta a Bologna un’assemblea dei lavoratori ex Breda Menarini bus con il segretario confederale Maurizio Landini. Mentre, nel pomeriggio i lavoratori ex Iribus di Flumeri, si sono mobilitati  perchè ad oggi non sono ancora stati ancora pagati gli stipendi e c’è un black out di informazioni sul futuro proprietario di Industria Italiana Autobus.

 

Così Michele De Palma Fiom: “Chiediamo al Governo un intervento urgente perchè senza l’ingresso di Ferrovie dello Stato, è a rischio l’occupazione di tutti i lavoratori di Bologna e di Flumeri. Domani, mercoledì 21 novembre, l’assemblea dei soci di IIA potrebbe decidere per il fallimento dell’azienda. Non c’è più tempo da perdere, confidiamo nell’apertura di una comunicazione con il Ministro”.

«La Cgil di Avellino – ribadisce il segretario generale della camera del lavoro di Avellino – sta sostenendo, come sempre fatto la vertenza IIA, stiamo sollecitando la deputazione irpina a prevedere incontro con una delegazione della ex Irisbus.»

Intanto è stato annunciato che il pagamento della cassa integrazione verrà effettuato lunedì 26 novembre prossimo. 

De Palma e Morsa (Fiom): “Positivo il pagamento degli stipendi ma ancora in bilico sulla ricapitalizzazione. Abbiamo incontrato ieri sera a Caivano, con una delegazione delle lavoratrici e dei lavoratori di Industria Italiana Autobus di Flumeri, il Ministro Luigi Di Maio. Attendiamo ora la svolta.”

LASCIA UN COMMENTO