IIA, è Gruppioni il nome del nuovo socio privato.

0
798

«A seguito delle notizie rilevate dalla stampa nei giorni scorsi, Sira Industrie- dichiara Valerio Gruppioni- conferma di aver dato la propria disponibilità a valutare se sussistano o meno le condizioni per contribuire al rilancio della industria nazionale degli autobus. Attualmente si stanno verificando le condizioni di fattibilità dell’operazione, nonché facendo le necessarie valutazioni industriali e societarie».

L’imprenditore, già noto all’Irpinia in quanto proprietario della Sirpress di Nusco, azienda che ha visto negli ultimi mesi gli operai provenienti dalla ex Almec addirittura incatenarsi davanti ai cancelli perché il loro reinserimento era stato congelato in favore dell’innesto di forza lavoro meno avanti con l’età, dovrebbe, al netto delle valutazioni in corso, entrare a far parte del 51% societario di Industria Italiana Autobus.

Secondo la strada intrapresa dal Mise infatti il rilancio degli stabilimenti ex Breda Menarinibus di Bologna ed ex Irisbus di Flumeri, passa per l’ingresso in azienda di Invitalia, con il fondo Piccole e Medie Imprese Sud, Finmeccanica e un imprenditore privato, Gruppioni che porterebbe ad un ridimensionamento, se non ad un vero e proprio passo indietro, dell’attuale proprietà di IIA, targata Stefano Del Rosso.

LASCIA UN COMMENTO