IIA, Natale nel segno dell’incertezza per i 450 lavoratori. La preoccupazione dei sindacati.

0
830

Il futuro di Industria italiana autobus di Bologna e Flumeri (Avellino) e quello di Blutec di Termini Imerese (Palermo) sono appesi a un filo.

Sono 450 i lavoratori di Iia e circa 700 i dipendenti di Blutec, cui si aggiungono quelli dell’indotto. Una vera e propria beffa. Sparito dalla circolazione Stefano Del Rosso e promesse disattese finora sia da parte del Governo attuale e di quello precedente ancor di più che con Renzi addirittura aveva annunciato la totale risoluzione della vertenza in prima persona nello stabilimento di Valle Ufita dinanzi ad operai e famiglie. Ma in quei capannoni non ci sono neppure attrezzi per lavorare a tal punto che gli operai li hanno dovuti portare dalle loro case. E sarà un duro e freddo inverno come lo scorso anno, senza riscaldamenti per chi si vedrà costretto a “lavorare” il nulla, in quegli ambienti.

Così in una nota Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm: “A oggi, nonostante le rassicurazioni del ministro Di Maio, non sono state raggiunte con le aziende nemmeno le intese sugli ammortizzatori sociali utili alla copertura per tutto il 2019. Inoltre, siamo in un vuoto di informazioni e confronti, per la mancata convocazione dei tavoli presso il Mise.”

Per queste ragioni Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil hanno convocato per domani mercoledì 5 dicembre alle ore 11 una conferenza stampa a Roma, presso la Sala Airoldi (corso Trieste 36). Non si escludono iniziative clamorose.

Interverranno:  Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim, Michele De Palma, segretario nazionale Fiom, Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm.

LASCIA UN COMMENTO