Lavoro, formazione e flessibilità, incontro con il rettore della Bocconi Verona venerdì 21 all’Ex Carcere Borbonico.

0
931

Formazione, talento, flessibilità e dinamismo. Sono questi i punti cardinali che servono per orientarsi correttamente nel mercato del lavoro.
Ne parliamo con Gianmario Verona, riconfermato rettore della Bocconi di Milano, una delle università più prestigiose d’Europa e del Mondo, presieduta dal professor Mario Monti.

Venerdì 21 dicembre, alle ore 17:30, presso la Sala blu del Carcere borbonico di Avellino, l’associazione Ossigeno, presieduta da Luca Cipriano, incontra il rettore Gianmario Verona in una sorta di intervista pubblica nella quale, anche attraverso i contributi qualificati di studenti, esponenti del mondo della Scuola, delle Professioni, della Ricerca, verranno analizzate le parole chiave, le competenze e le specializzazioni che un giovane deve avere nel proprio bagaglio personale per essere competitivo in un mercato globale sempre più esigente.

“Lavoro, istruzioni per l’uso” è un’iniziativa che si inserisce in un mini ciclo di 2 eventi che ha l’obiettivo di approfondire il tema dell’occupazione giovanile per superare misure di puro assistenzialismo, che sanno tanto di promesse elettorali, quali il reddito di cittadinanza, andando a comprendere quali sono, invece, gli strumenti, le metodologie, che bisogna possedere per trasformare le sfide della globalizzazione in opportunità concrete per il proprio futuro.

“Quali sono gli strumenti migliori per conquistare il futuro? Come scegliere il percorso universitario più adeguato alle sfide del mercato del lavoro? Come si possono combinare al meglio il talento e le passioni di ognuno di noi con le esigenze del mondo universitario e ancor più del lavoro? Come si sceglie la facoltà universitaria più giusta? È partendo da queste domande che abbiamo organizzato un confronto pubblico con il rettore dell’Università Bocconi che arriva ad Avellino per incontrare i giovani e la città in un dialogo quanto mai necessario in un momento di forte crisi economica come quello che stiamo vivendo”, spiega Luca Cipriano, presidente dell’associazione Ossigeno.

“A nostro avviso il tema del lavoro non va affrontato in maniera populista e demagogica, magari offrendo ai cittadini ipotetici e puntualmente mai realizzati redditi di cittadinanza, bensì va inquadrato in un contesto di dignità dove tutti devono poter avere accesso alla formazione universitaria e soprattutto devono ricevere le informazioni migliori per scelte consapevoli. La Bocconi è una delle Università più prestigiose al mondo e siamo onorati che abbia accettato l’invito di Ossigeno. Quello di venerdì 21 sarà un appuntamento che riteniamo possa essere utilissimo a tutti quei giovani che ancora devono scegliere il percorso universitario o che si apprestano ad affacciarsi al mondo del lavoro. Sul tema del lavoro con Ossigeno continueremo a dialogare per offrire spunti e riflessioni utili ad un dibattito non qualunquistico ma fondato su contenuti e qualità”.

L’incontro con Gianmario Verona, uno degli accademici italiani più illustri e stimati in campo europeo, gode del Patrocinio della Provincia di Avellino, si configura come un excursus sul mondo del lavoro, un momento di orientamento immaginato per gli studenti che sono prossimi ad iscriversi all’università e che muove da un osservatorio privilegiato come quello della Bocconi, polo dei saperi, specializzato nell’area dell’economia e del management e più in generale delle scienze sociali.

In un confronto pubblico, Verona darà consigli ed indicazioni su vecchi e nuovi corsi di laurea, sulle opportunità che il mondo accademico può fornire, sui master e le specializzazioni con maggiori sbocchi professionali. Metterà la sua esperienza a servizio dei giovani che vorranno partecipare offrendo loro un vademecum di buone prassi.

Al termine del confronto insieme al rettore della Bocconi, l’associazione Ossigeno farà gli auguri di Natale ai soci e ai simpatizzanti con un brindisi.

LASCIA UN COMMENTO