Ance Avellino, appello ai Comuni: sbloccare lavori pubblici da patti di stabilità.

0
120

ance-fscognaFino a 97 milioni messi a disposizione dal Governo per esclusione dal patto di stabilità dei lavori di messa in sicurezza degli edifici scolastici e del territorio entro il 30 giugno.

“Va sfruttata l’occasione fornita dal Governo ai Comuni di derogare per quasi 100 milioni al Patto di stabilità”.

Così il Presidente dell’Ance Avellino, ing. Giuseppe Scognamillo, si rivolge alle Amministrazioni Comunali della nostra Provincia invitandole a cogliere a pieno la possibilità di derogare al Patto di stabilità interno nel 2015 per gli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici e del territorio. Alle stesse Amministrazioni l’Ance ha inviato in data odierna una documentazione molto dettagliata che spiega tempi e modalità per sfruttare la deroga.

Il recente Decreto Legge 78/2015 del 19 giugno consente, infatti, alle amministrazioni comunali che ne facciano richiesta entro il 30 giugno, di accedere extra patto fino a 97 milioni di euro per interventi diffusi sul territorio.

“Di questi tempi sarebbe assurdo far cadere nel vuoto questa opportunità”, continua Scognamillo che aggiunge: “il nostro territorio ha urgente bisogno di interventi sulle scuole e contro il dissesto idrogeologico che non possiamo rimandare solo per mancanza di fondi, intoppi burocratici o contenzioso amministrativo.”

LASCIA UN COMMENTO