Vendemmia dei libri a Castelvenere, quarto appuntamento con Simone Di Meo giovedì 14.

0
98

Con l’incontro dedicato al libro ‘Gotham city. Viaggio segreto nella camorra dei bambini’ (Edizioni Piemme, 2017), opera del giornalista-scrittore Simone Di Meo, compie il giro di boa la seconda edizione de ‘La Vendemmia dei Libri’, la rassegna eno-letteraria in programma a Castelvenere (Benevento) fino al prossimo 28 dicembre. All’appuntamento, in programma giovedì 14 dicembre, insieme all’autore parteciperanno i giornalisti Franco Buononato (storica firma de ‘Il Mattino’) e Claudio Silvestri (redattore del ‘Roma’, segretario del Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania).

Insieme discuteranno intorno all’ultima importante fatica letteraria di Di Meo, un romanzo costruito su atti processuali e inchieste, ma anche su interviste off the record e materiale raccolto minuziosamente dall’autore. «Questo libro – scrive l’autore nella quarta di copertina è un bastardo. È un romanzo ma è anche un reportage nato dall’incrocio tra gli atti processuali, che hanno scandagliato i gironi infernali dei baby camorristi e l’attività giornalistica sul campo. È dura realtà, con quel pizzico di fantasia che serve a renderla accettabile». Storie di giovanissime vite deviate, dunque, che, comunque andranno a finire, hanno già una sorte segnata da sconfitte che rappresentano altrettante cicatrici per la nostra società.

Di Meo vive e lavora a Napoli, scrive per il quotidiano il Giornale e per il settimanale Panorama. Si occupa di criminalità organizzata, terrorismo internazionale e servizi segreti. Ha pubblicato libri sui maggiori fatti di cronaca giudiziaria locale e nazionale. Nel 2006 denuncia per plagio Roberto Saviano accusandolo di aver appreso direttamente da lui notizie confluite in ‘Gomorra’ (indiscrezioni giudiziarie, atti investigativi e processuali). L’iter giudiziario non si è ancora concluso.

La formula de ‘La Vendemmia dei Libri’ prevede di abbinare ad un libro la storia e le caratteristiche di un vigneto, rinnovando la formula della prima edizione, risultata vincente, di associare alla narrativa il racconto del territorio. Un territorio, quello di Castelvenere, che può contare su una produzione vitivinicola di qualità, che negli ultimi anni si è fatta apprezzare sui mercati italiani e internazionali. Ma anche sui numeri, essendo il Comune più vitato del Sud.

Il vitigno abbinato alla serata de ‘La vendemmia dei libri’ dedicata al libro di Di Meo sarà il vitigno “barbera”, sicuramente quello che più rappresenta e identifica lo spirito dei vitivinicoltori castelveneresi.  In passerella durante l’incontro le etichette prodotte dalle aziende La Feromani, Vitivinicola Anna Bosco e Grillo Mariamichela.

La direzione artistica della rassegna è affidata al giornalista Marzio Di Mezza.

Le presentazioni si svolgeranno presso gli spazi dell’enoteca comunale di Castelvenere, con inizio alle ore 18.

LASCIA UN COMMENTO