Indotto Whirlpool, Scame annuncia 60 licenziamenti.

0
583

Nonostante lo stop alla chiusura di Whirlpool a Napoli, temporaneo in attesa di sviluppi, in Irpinia arrivano i primi effetti negativi della vertenza. Indotto Whirlpool ormai alle battute finali. E a Sant’Angelo dei Lombardi la Scame di Raffaele Centoletti sarà costretta ad avviare le procedure di licenziamento per sessanta operai.

È quanto emerso stamattina al vertice in Provincia sulla crisi dello stabilimento napoletano, a cui sono legati i destini di Scame, Cellulblok (Montoro) e Pasell (Forino). Duecento lavoratori circa in tutto. La vicenda dello stabilimento santangiolese verrà affrontata giovedì prossimo in Confindustria Avellino. La cessione del ramo di azienda da parte di Whirlpool è stata scongiurata, ma solo per il momento. Da qui la situazione di Scame, che produce componentistica in plastica per la “casa madre”.

Siamo fortemente preoccupati. Giovedì chiederemo alla Scame di soprassedere, di temporeggiare, di non procedere con i licenziamenti”, ha spiegato Giovanni Esposito della Uiltec. Incontro in Provincia voluto dal presidente Biancardi. Presenti amministratori e sindacati per costituire un fronte unico dall’Irpinia.

LASCIA UN COMMENTO