Irpinia ancora stretta nella morsa del gelo, continuano le nevicate, Protezione Civile...

Irpinia ancora stretta nella morsa del gelo, continuano le nevicate, Protezione Civile e Vigili del Fuoco al lavoro.

0
530

Nevica ancora in Irpinia. Resta l’allerta della Protezione Civile fino alle dodici di oggi. Quella appena trascorsa è stata una notte da incubo lungo le strade. Si è lavorato senza sesta per monitorare la situazione ovunque.

La neve come ci conferma il dirigente responsabile della Protezione Civile della Regione Campania Claudia Campobasso è caduta abbondantemente ovunque. In qualche comune spinta dalle raffiche di vento, ha superato anche il metro di altezza. Il primo intervento urgente in mattinata ha riguardato il trasporto di un dializzato da Rione Mazzini ad Avellino all’ospedale Moscati. 

Sotto accusa il mancato spargimento del sale lungo su molte arterie comunali e provinciali, soprattutto nella Baronia, dove alcune zone sono isolate. Meno critica la situazione lungo la statale 90 delle Puglie e in autostrada dove i mezzi hanno operato ininterrottamente e con forze maggiori. Criticità nella Valle del Cervato all’altezza di Montaguto Panni.

Hanno lavorato per tutta la notte i Vigili del Fuoco. Non si contano le richieste di intervento alla centrale operativa di Avellino. Un tir in panne è stato soccorso ad Altavilla lungo la strada statale 88.

Un treno con passeggeri a bordo diretto a Lecce è rimasto bloccato alla stazione di Ariano Irpino. I maggiori problemi si sono avuti sull’altopiano del Formicoso, dove ha rischiato il peggio anche un equipaggio della Protezione Civile. Ad Ariano Irpino, contrada Cariello, dove ieri una donna incinta necessitava di recarsi in ospedale, è ancora isolata. “Non si è visto nessuno, siamo nelle stesse condizioni di ieri, anzi peggio.”

Un’auto con una coppia di coniugi è finita in una cunetta lungo la statale 90 delle Puglie all’altezza di Andretta mentre era in atto una tormenta di neve. 

LASCIA UN COMMENTO