Irpinia stretta dalla morsa del gelo, traffico in tilt, A16 ed Ofantina bloccate.

0
500

Il freddo siberiano non abbandona l’Irpinia, anche la Campania. Lo spettacolo della neve ma, anche i suoi numerosi disagi – dalla viabilità paralizzata ad alcune zone periferiche isolate –  hanno raggiunto anche la città del sole: Napoli.

Continua a cadere copiosa la neve e dalla bassa all’Alta Irpinia la situazione resta critica. E l’allerta dovrebbe durare fino a domani. Il freddo ha percorso tutto lo Stivale, mettendo in ginocchio principalmente il sud,  fin sulle coste in Puglia, in Campania e isole adiacenti e nel nordest della Sardegna.

Giovedì una perturbazione atlantica accompagnata da forti venti di scirocco determinerà un sensibile rialzo termico che chiuderà questa fase critica.

Dalla bassa all’alta Irpinia la neve continua a cadere. La zona di Ariano, Montecalvo, Greci, Grottaminarda è letteralmente invasa da ghiaccio e neve. E’ da pochi minuti giunta la segnalazione della chiusura dell’Autostrada A16.  L’ingresso dell’autostrada è presidiato dalle forze dell’Ordine.

Difficolatà si registrano in Alta Irpinia e lungo il percorso dell’Ofantina. Disagi anche nel capoluogo dove in località Quattograne, a ridosso del Mercatone, è stato soccorso un’automobiliste in panne e segnalata un’auto di traverso.

Oggi alle 12 è previsto un summit in Prefettura.

In azione in tutta l’Irpinia i mezzi spazzaneve e spargisale per evitare ulteriori disagi. Presenti su tutto il territorio le forze dell’ordine e in azione sin dalle prime luci dell’alba i Vigili del Fuoco, da ieri impegnati in attività di assistenza e salvataggio degli automobilisti o cittadini in difficoltà.
Si raccomanda la massima prudenza e mettersi alla guida sono in caso di emergenza.

LASCIA UN COMMENTO