Il Comune di Avellino incontra gli studenti del Liceo “P. Colletta” per un confronto sulla città.

0
59

Si è tenuto presso il Liceo Ginnasio Statale “P. Colletta” di Avellino un interessante confronto tra il Sindaco Paolo Foti e gli studenti.

L’incontro è stato anche un’opportunità per far conoscere ai ragazzi le attività poste in essere dall’Amministrazione comunale, anche a seguito del confronto dello scorso anno.

“Questo appuntamento – ha spiegato il Sindaco Foti – è un’occasione preziosa per ascoltare e sentire l’opinione dei giovani riguardo a quelle che sono le esigenze del presente ma anche delle loro prospettive future. L’impegno dell’Amministrazione e delle classi dirigenti deve essere massimo nei confronti delle nuove generazioni perché loro sono il nostro patrimonio vero e tangibile per avere solidità e speranza per il futuro”.

Una riflessione incentrata sulle questioni cittadine e sulla possibilità per i giovani di poter fruire di nuovi spazi di aggregazione e di ulteriori garanzie per il loro futuro. Il confronto con il primo cittadino, affiancato dagli assessori Costantino Preziosi (lavori pubblici) e Nunzio Cignarella (cultura) non ha riguardato solo temi studenteschi (carta dello studente o incentivi alla cultura) ma anche questioni sociali, ambientali e finanziarie.

La presenza di Francesco Iandolo dell’associazione Libera Avellino ha inoltre dato la possibilità di discutere anche sul contrasto all’illegalità, sulla sicurezza in città e sul maggior rispetto delle regole e degli spazi pubblici che restano priorità dell’Amministrazione, sulle quali si sta comunque operando ed intervenendo.

Parlando poi dei lavori pubblici in città e delle opere future il primo cittadino è stato chiaro: “l’impegno di questa Amministrazione sui cantieri che abbiamo iniziato li porteremo a termine nei tempi dati. E per quanto riguarda le opere che erano bloccate da anni e che questa Amministrazione ha ripreso – prosegue il Sindaco Foti – anche queste saranno portate a conclusione. Gli impegni non sono solo formali ma anche sostanziali. Qualsiasi opera pubblica può presentare imprevisti o difficoltà, l’importante è fare sistema, fare squadra, e andare avanti lavorando seriamente e di buona lena”.

Il Sindaco si è inoltre soffermato sul rapporto tra giovani e politica: “comprendo la difficoltà delle giovani generazioni ad avere un rapporto con l’attività politica – ha spiegato il primo cittadino – però devono capire che un domani anche loro diventeranno classe dirigente e hanno necessità di confrontarsi con la politica. Perché se anche i giovani hanno legittimamente una cattiva concezione della politica sta a loro mettere in condizione la politica di essere migliore, incalzandola, criticandola e mettendola di fronte alle proprie responsabilità”.

 

LASCIA UN COMMENTO