No del Riesame, il Mancini resta sotto sequestro. Il piano di trasferimento della Provincia.

0
292

Venerdì mattina l’udienza per discutere l’istanza di dissequestro presentata dalla Provincia contro il decreto del Gip. Il Tribunale del Riesame conferma il sequestro del liceo scientifico “Mancini”.

Un’udienza durata diverse ore per analizzare l’istanza presentata dai legali di Palazzo Caracciolo contro l’ordinanza del gip Vincenzo Landolfi che il 3 novembre scorso, accogliendo la richiesta della Procura della Repubblica, ha firmato il provvedimento di sequestro dello storico edificio scolastico di via De Conciliis. Le motivazioni saranno depositate entro trenta giorni.

Intanto entro il pomeriggio, da Palazzo Caracciolo dovrebbe essere diramato il piano di rientro a scuola che vedrà i 1200 studenti del “Mancini” spalmati su sei istituti diversi.

Il dirigente dell’Area Tecnica della Provincia, Antonio Marro, ha firmato il decreto di assegnazione degli spazi necessari per il trasferimento delle attività scolastiche del Liceo Scientifico “Mancini” di Avellino in altri stabili di proprietà dell’ente, affinché sia assicurata, nel miglior modo possibile, la continuità didattica e l’adeguata formazione dei discenti.

Il decreto stabilisce di assegnare al Liceo Scientifico “Mancini” i locali come di seguito specificato:

1. n. 9 locali siti all’interno della Scuola Media “Solimena”, già in uso allo stesso Istituto;
2. l’intero edificio, di proprietà dell’ente, sito alla via Zigarelli, composto da n. 13 locali utili;
3. n. 8 locali messi a disposizione dall’ I.P.S.S.E.O.A. “Manlio Rossi Doria” siti nello stabile di via Morelli e Silvati, in orario pomeridiano, salvo diverso accordo tra le scuole;
4. n. 10 locali messi a disposizione dal Liceo Classico e delle Scienze Umane “Marone” siti nello stabile di via Morelli e Silvati, in orario pomeridiano, salvo diverso accordo tra le scuole;
5. n. 20 locali messi a disposizione dall’I.T.I.S. “Dorso” siti nello stabile di via Morelli e Silvati, in orario pomeridiano, salvo diverso accordo tra le scuole.

Per quanto riguarda gli spazi da destinare ad Uffici di Presidenza e Segreteria, il decreto dispone che gli stessi vengano trasferiti nei locali, già disponibili, presso l’immobile di via Cannaviello, sede dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Il decreto ha decorrenza a partire dal giorno 20 novembre 2017.

LASCIA UN COMMENTO