Carlo Rosselli e la parabola di Giustizia e Libertà – l’attualità del Socialismo Liberale, se ne parla martedì 13 ad Unisound.

0
301

Carlo Rosselli, giornalista, politico, filosofo, attivista e antifascista italiano. Fu il teorico del “socialismo liberale”, un socialismo riformista non marxista ispirato al laburismo inglese. Nel 1925 fondò a Firenze il foglio clandestino “Non Mollare” e nel 1926, insieme al socialista Pietro Nenni, la rivista milanese “Il Quarto Stato”. Fondò nel 1929 a Parigi il movimento antifascista Giustizia e Libertà, che nel 1936 combatté per la Repubblica nella Guerra civile spagnola. Nel 1937, il 9 giugno, fu ucciso in Francia insieme al fratello Nello da fascisti francesi in collegamento con il governo fascista italiano.

UNISOUND radio dell’Ateneo di Salerno, propone non tanto una rievocazione quanto, piuttosto, una riflessione storica su quella stagione e sulle ragioni poste alla base della cultura socialista/liberale che in termini protagonisti si pone alla base delle tradizioni progressiste e riformiste dell’intera sinistra europea.

La trasmissione è prevista per martedì 13 giugno con inizio alle ore 14 presso i locali di Unisound.

Conduce: Massimiliano Amato – Scuola di Giornalismo Unisa;

prof. Carmine Pinto – ordinario Storia Contemporanea Università di Salerno;

prof. Marcello Ravveduto – Pubblic History Università Salerno;

in collegamento telefonico:

prof. Giuseppe Cacciatore – professore emerito Storia della Filosofia, Università “Federico II “ Napoli;

On. Valdo Spini – Presidente nazionale dei Circoli Rosselli.

La trasmissione potrà essere seguita in diretta sulla pagina facebook di “Radio Unisound” e sul player: webradio.unisa.it

LASCIA UN COMMENTO