Lectio Magistralis di Elena Cattaneo, Senatrice a vita, martedì 27 alla facoltà di Medicina dell'Università di Salerno.

0
42

elena-cattaneo27 Aprile 2015 – ore 16.30

Aula delle Lauree

Campus di Medicina Baronissi

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI SALERNO

 

 

Interventi Introduttivi:

  • Prof. Aurelio Tommasetti
    Magnifico Rettore
  • Prof. Maurizio Bifulco
    Presidente di Facoltà di Farmacia e Medicina
  • Prof.ssa Rita Patrizia Aquino
    Direttore del Dipartimento di Farmacia
  • Prof. Mario Capunzo
    Direttore del Dipartimento di Medicina

Lectio Magistralis:

“Huntington, storia di un gene antico e dei suoi bersagli molecolari”

Prof.ssa Senatrice Elena Cattaneo

Breve CV

Nata a Milano nel 1962, sposata, due figli, si laurea in Farmacia all’Università di Milano dove successivamente consegue il dottorato e dal 2003 insegna come professore ordinario. Ha operato come ricercatrice per tre anni al MIT di Boston nel laboratorio del Prof. Ron McKay, dove ha avviato studi su cellule staminali cerebrali. Rientrata in Italia, ha portato avanti nuovi e importantissimi studi sulla Corea di Huntington, una terribile malattia neurodegenerativa che colpisce la coordinazione muscolare e porta ad un declino cognitivo e psichico. È nel nostro Paese che ha creato conoscenza e scienza. A Milano ha aperto il centro di Ricerca Unistem che è diventato ormai punto di riferimento internazionale. È stata Rappresentante Nazionale presso l’Unione Europea per la ricerca Genomica e Biotecnologica. Ha coordinato il progetto europeo NeuroStemcell e, dal 2013, coordina il progetto NeuroStemcellrepair nell’ambito del 7 Programma Quadro della Ricerca Europa. Cavaliere ufficiale della repubblica italiana dal 2006. Nel 2013 il presidente della repubblica Giorgio Napolitano l’ha nominata Senatore a Vita.

È una donna che ha vissuto per la ricerca sulle cellule staminali. Che ha fatto della scienza e dello studio per la cura di malattie neurodegenerative grazie all’uso di cellule staminali anche embionali, la motivazione della vita. Scrive su diversi quotidiani italiani come editorialista in campo scientifico, non si è mai tirata indietro nella lotta a favore della sperimentazione legittima, scientifica, ufficiale, e contro le speculazioni di chi ha tentato e sta tentando di fare delle staminali lo specchietto per le allodole come cura miracolosa per qualsiasi tipo di malattia. Lei si è sempre schierata in prima fila nell’avanzamento degli studi scientifici, nell’uso delle staminali anche embrionali per sperimentazioni scientifiche rivolte alla cura di malattie neurodegenerative. Lotta e meriti che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano le ha riconosciuto con una delle massime cariche dello Stato.

**********************

Docente Ospite: Maurizio Bifulco

LASCIA UN COMMENTO