Siccità: problematiche e rimedi, convegno all’Università del Sannio venerdì 24.

0
584

Geologi e rappresentanti delle istituzioni a confronto sull’importante tematica della “Siccità”. E’ appunto “Siccità: problematiche e rimedi” il titolo del convegno che si svolgerà domani, alle ore 14, presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi del Sannio in via Port’Arsa a Benevento.

L’iniziativa, organizzata dall’Università sannita e dall’Ordine dei Geologi della Campania, con il patrocinio di AIGA, IAH, Consiglio Nazionale dei Geologi e Società Geografica Italiana, ha lo scopo di fornire “ – hanno evidenziato Libera Esposito e Francesco Fiorillo,  docenti dell’Università sannita – una reale “fotografia” delle problematiche legate alle carenze idriche in riferimento al biennio 2016\2017 che ha fatto registrare purtroppo il dimezzamento dei volumi di ricarica a causa del decremento delle precipitazioni e naturalmente alle soluzioni da adottare sia a breve che a lungo termine”.

I lavori si apriranno con i saluti del Rettore dell’Università del Sannio Filippo De Rossi, del direttore di Dipartimento di Scienze e Tecnologie Maria Moreno e del presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania Egidio Grasso. A rappresentare le istituzioni: Vera Corbelli, Autorità̀ di Bacino Liri Garigliano Volturno; Daniela Ducci, IAH -Italia, Università̀ degli Studi di Napoli; Francesco Maria Guadagno, AIGA, Università̀ degli Studi del Sannio; Lorenzo Benedetto, Consiglio Nazionale dei Geologi; Michele Palmieri, Regione Campania. Il punto di vista della ricerca scientifica è stato affidato a: Francesco Fiorillo, docente Università degli Studi del Sannio,  che relazionerà su “La recente riduzione delle portate sorgive: dati storici e previsioni da dati di monitoraggio di sorgenti carsiche in Appennino Meridionale” – Nicola D’Agostino, INGV, sede Roma: “Deformazioni di origine idrologica in Appennino Meridionale” – Nicola Fontana, docente dell’Università del Sannio: “Precipitazioni e siccità̀ nella Regione Campania” –  Marco Petitta, docente dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”: “La risorsa idrica sotterranea nell’Appennino laziale-abruzzese: effetti della siccità 2017 e implicazioni per gestione e protezione idrogeologica”. La terza parte dell’incontro è stata affidata ai gestori acquedottistici:  Luigi Abbate, presidente Gesesa (Gruppo ACEA S.p.A.), Raffaele Amore, presidente Confederazione Nazionale Agricoltori Prov. di Bn – Acquedotto Pugliese S.p.A., Raffaello De Stefano, presidente Alto Calore Servizi S.p.A., Alfredo Pennarola, direttore generale ABC, Acqua Bene Comune.  La tavola rotonda sarà moderata dal giornalista Pietro Palazzo. Ed, inoltre, la partecipazione al convegno sarà valida ai fini del conseguimento di 10 crediti A.P.C. per geologi. 

LASCIA UN COMMENTO