UNISA accoglie il comitato organizzatore Universiade 2019 per la presentazione del Programma Volontari.

0
474

L’Università di Salerno è la terza tappa del tour “Universiade 2019” negli atenei campani. Questa mattina il comitato organizzatore della grande manifestazione sportiva universitaria, in programma dal 3 al 14 luglio del prossimo anno in tutta la Campania, ha incontrato la comunità universitaria salernitana per illustrare il Programma Volontari Universiade 2019.

Ad accogliere lo staff dell’evento una platea gremita di giovani studenti. Obiettivo dell’incontro non è stato solo quello di informare questi ultimi su un evento sportivo, l’Universiade, che per numeri (18 discipline sportive, 11mila atleti e 170 nazioni rappresentate) è secondo solo alle Olimpiadi, ma soprattutto motivare, tra gli iscritti, la gran parte dei 10mila volontari che avranno il compito di accogliere e curare le varie delegazioni sportive e di vivere a pieno la fase organizzativa dell’Universiade 2019.

Ad aprire i lavori, coordinati da Luciano Feo, Delegato per l’organizzazione dell’Universiade Napoli 2019 per UNISA, è stato l’intervento di saluto del Rettore Aurelio Tommasetti: “Dal 2015, con l’assegnazione dell’Universiade alla Campania, ci siamo immediatamente attivati per programmare tutto quanto necessario, scegliendo anche di aggiungere un cospicuo finanziamento al progetto oltre a quello ricevuto dalla struttura commissariale. La disciplina che ospiteremo sarà la scherma. La partecipazione studentesca di oggi ci ripaga dei sacrifici compiuti fin qui e ci dà un segno positivo di quello che sarà il coinvolgimento della nostra Università. Mi piace sottolineare che siamo l’unico Ateneo ad ospitare la manifestazione all’interno dei suoi due campus, con un presidio ospedaliero curato dal nostro ordinario di Ortopedia, il prof. Maffulli. Vivremo l’esperienza Universiade dentro l’Università”.

La scherma è la nostra cassaforte sportiva – ha sottolineato Francesco Massidda – Capo di Gabinetto della Struttura Commissariale. Le strutture sportive universitarie, realizzate in occasione dell’evento, rimarranno in dotazione nel tempo degli atenei e della loro utenza. Per gli studenti c’è una bella possibilità di confrontarsi con un evento internazionale e anche di mettersi in gioco professionalmente come volontari

Siamo alla trentesima edizione dell’evento. L’Universiade ritorna in Italia, al Sud e sarà una vetrina straordinaria per la Campania e per Salerno. Il programma volontari è una delle sfide dell’evento. Bisogna fare squadra per dare slancio a questa manifestazione” – ha dichiarato Lorenzo Lentini – Presidente CUSI.

“Il lavoro del volontario è bellissimo e l’atleta straniero ricorderà non solo la gara ma anche l’accoglienza ricevuta” – ha aggiunto Diego Bouchè, Senior Advisor della Struttura Commissariale, nel sottolineare il ruolo dei volontari per la manifestazione.

Trasmettere il calore della Campania agli atleti di tutto il mondo. Questo sarà il compito di voi volontari per l’Universiade 2019” – ha esordito Roberto Outeirino , Direttore Sport & Operations, nel presentare insieme ad Annamaria Ronca, Head of Workforce & Voluneer Management, tutte le modalità per partecipare al Programma Volontari.

A sottolineare l’importanza della partecipazione al Programma Volontari e l’impegno connesso alle attività di un volontario è stato anche il prof. Nicola Maffulli, Delegato del Rettore per il settore sanitario dell’Universiade Napoli 2019 per l’Università di Salerno.

In riferimento agli impianti sportivi dedicati alla Scherma che saranno realizzati all’Università di Salerno, Giorgio Scarso, Presidente della Federazione Italiana Scherma, ha dichiarato: “Immaginare che da qui a qualche mese la Scherma avrà una struttura tale da ospitare competizioni internazionali credo sia un messaggio forte per l’Italia e per il nostro Sud. L’investimento fatto per questo evento è soprattutto un fatto cultura e sociale., Quello di Salerno sarà un polo sportivo internazionale grazie all’Universiade e alla lungimiranza dell’Ateneo”.

La cerimonia è proseguita con le testimonianze degli atleti Massimiliano e Claudia Mandia, arcieri salernitani, Fiamme Azzurre, protagonisti di diverse edizioni di Universiadi e Olimpiadi e Michele Gallo e Claudia Memoli , medaglie d’argento Campionati europei Scherma under17.

Questi ultimi sono stati protagonisti del promo video “Unisa per Universiade 2019. Diventa Volontario” dedicato agli studenti dell’Ateneo .

 

LASCIA UN COMMENTO