UniSa premia il merito, 2.905 studenti premiati con il rimborso integrale dei contributi versati.

0
425

Questa mattina, presso l’Aula Magna del campus di Fisciano, l’Università degli Studi di Salerno ha festeggiato gli studenti selezionati come meritevoli nell’anno accademico 2016/17. 

Duemilanovecentocinque i nomi proiettati sul videowall dell’Aula, a rappresentare il totale degli studenti cui l’Università riconoscerà il rimborso integrale dei contributi versati.

Dal luglio 2015 l’Ateneo ha promosso e attuato la Politica del Merito, una politica tesa a supportare economicamente gli studenti e le loro famiglie. La politica delle tasse UNISA premia gli studenti che completano gli esami previsti nel piano di studi annuale con l’erogazione di un contributo pari alle tasse versate.

Numerosi gli studenti che, insieme alle loro famiglie, hanno preso parte alla cerimonia. Questa è la seconda festa del Merito dell’Università di Salerno. Oggi abbiamo voluto congratularci personalmente con tutti i nostri studenti per il traguardo segnato. E lo facciamo attraverso la restituzione delle tasse versate a 2.905 studenti, con un esborso di oltre due milioni di euro – ha dichiarato la prof.ssa Rita Patrizia Aquino, Presidente del Collegio dei Direttori Unisa.  “Anche quest’anno, come lo scorso anno, abbiamo confermato questa politica, che è stata rivoluzionaria ed unica nel panorama universitario nazionale quando l’abbiamo lanciata e promossa nel 2015.  Il cuore dell’Università sono i suoi studenti: è importante che essi si laureino per tempo, che abbiamo una formazione puntuale e precisa per arrivare preparati e nei tempi giusti nel mondo del lavoro. Per gli studenti che si impegnano in questo senso l’Ateneo compie uno sforzo importante, quello di riconoscere loro il rimborso integrale delle tasse”.

Nel corso della Cerimonia sono stati presentati i dati relativi all’attuazione della Politica del Merito. I primi effetti della leva UNISA PREMIA IL MERITO sono stati riscontrati in un aumento della percentuale degli studenti in regola (ovvero degli studenti che hanno sostenuto gli esami previsti nel loro piano studi annuale) nella misura del 120% dall’a.a. 2013/14 all’a.a. 2015/16. A questo incremento si aggiunge un parallelo aumento del numero dei laureati in regola (ovvero gli studenti che si sono laureati entro la durata legale del proprio corso di studio) nella misura del +84% nello stesso arco temporale, con un conseguente abbassamento della soglia degli studenti fuoricorso calcolato nella misura del -19%.

“Mi piace sottolineare – continua la prof.ssa Aquino – che è anche per effetto della leva UNISA PREMIA IL MERITO che nel corso degli ultimi anni abbiamo registrato un incremento del riconoscimento ministeriale per il costo standard di formazione per gli studenti regolari iscritti presso la nostra Università”.

La Politica del Merito non è la sola misura adottata dall’Ateneo per il sostegno agli studenti e alle famiglie. Sono circa 11.500 gli studenti per l’anno accademico 2017/18 sono risultati totalmente o quasi totalmente esonerati dai contributi universitari, in particolare per l’introduzione delle disposizione di legge (cd. «NO TAX AREA») e per borse di studio.

“Infine – aggiunge e conclude la prof.ssa Aquino –  anche per l’anno accademico 2018/19 in sinergia con il Consiglio Studenti, abbiamo confermato i contributi già̀ previsti per l’a.a. 2017/18 senza alcun incremento e programmato l’innalzamento della soglia massima di accesso alla cd. NO TAX AREA (L. 232/2016), portandola da € 13.000 a € 15.000”.

La cerimonia si è conclusa con la consegna dell’assegno simbolico di 2.184.861,27 euro, destinato ai 2.905 studenti di “UNISA Premia il Merito a.a. 2016/17”.

LASCIA UN COMMENTO