Caso Amu, il Comune di Ariano al lavoro per la salvaguardia del livello di servizio e dei posti di lavoro.

0
448

“L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino vuole perseguire tutte le strade possibili per salvaguardare l’azienda di trasporti Amu”. E’ quanto sottolinea il vice-sindaco Giovannantonio Puopolo, delegato alla Mobilità e al Trasporto Pubblico, all’indomani dell’informativa al Consiglio Comunale sul futuro della partecipata dell’Ente.

“La società effettua il servizio di mobilità su un territorio vastissimo, che si estende per oltre 180 kmq ed è composto da moltissime contrade. Un’attività preziosa per rispondere alle esigenze delle popolazioni residenti, portata avanti nonostante le difficoltà economiche degli ultimi anni. Con il decreto Madia sulle società partecipate si corre il rischio concreto di disperdere questo patrimonio – spiega il vice-sindaco – Di qui, la volontà dell’Amministrazione Comunale di individuare ipotesi di soluzione da adottare anche per tutelare i livelli occupazionali. Il testo del decreto lascia spazio a diverse interpretazioni, spesso in contrasto tra loro. L’Amministrazione ha dunque deciso di accertare l’eventuale permanenza delle condizioni giuridiche, economiche, patrimoniali e finanziarie dell’azienda Amu, per il mantenimento della qualificazione di società in house del Comune, cioè controllata dall’Ente, secondo quanto previsto dal decreto legislativo e all’indicazione degli adempimenti da compiere in ottemperanza della nuova disciplina in materia di società partecipate delle pubbliche amministrazioni. Conservando questo status, il Comune può affidare direttamente all’Amu la gestione del trasporto pubblico locale e quella dei parcheggi. In caso contrario – conclude Puopolo – l’Ente si troverebbe costretto ad espletare la gara pubblica, così come imposto dal decreto stesso voluto dal Governo Renzi, con tutte le conseguenze che ne deriverebbero”.

LASCIA UN COMMENTO