Le donne di Flumeri celebrano l'8 marzo.

0
86

8 marzo   2015  festa della donna 002Presso la Sala Convegni (ex-ECA) si è tenuto nel pomeriggio di domenica 8 marzo, un convegno dal tema la “ il ruolo delle donne  casalinghe nella società attuale “. Il Convegno organizzato dall’Associazione di Volontariato Bagliori di Luce di Flumeri  ha visto la partecipazione del Parroco di Flumeri Don Claudio Lettieri , della Consigliera Provinciale delle Pari Opportunità Mimma Lomazzo, di  Marinella Sgambato della CISL Irpinia Sannio, della Prof.a  Annamaria Lombardo CIF Bonito e del Vice-Sindaco di Flumeri Giuseppe Meninno, ha Coordinato gli interventi  il Giornalista Fiore Carullo.

Il convegno, ha preso l’avvio con i saluti posti dalla Presidente di Bagliori di Luce Antonietta Raduazzo,  che riferendosi al tema del convegno tra le altre cose ha ricordato “ci sono donne che non si riducono a stare in casa perché non possono fare altro, ma perché scelgono di badare alla famiglia per vocazione, o scelta, o desiderio, o come altro vogliamo chiamare. Al giorno d’oggi, la casalinga viene considerata o dovrebbe per lo meno essere considerata, una persona che, fa una scelta più o meno consapevole per il suo futuro “, ha concluso ringraziando i presenti a nome delle donne che compongono l’associazione, presenti in sala:  Altavilla Luigia– vicepresidente, Abbondandolo Clara, Befaro Maria, Del Viscovo Lucia, Giacobbe Maria, Giacobbe Felicia, Grasso Tecla, Ianniciello Emma, Roberto Carmela, Ruocco Anna Maria.

Dopo di un’attenta riflessione, sul ruolo della donna, fatta dal coordinatore del convegno Fiore Carullo, ha preso la parola Mimma Lomazzo. Essa ha posto in evidenza, il ruolo della donna nel mondo del lavoro e famiglia, ancor più la scelta difficile che, una donna si trova costretta a fare in caso di maternità. Inoltre l’attuazione degli strumenti predisposti dal legislatore a favore dell’incremento dell’occupazione femminile, primo tra tutti il programma obiettivo con il quale, sono finanziati progetti a favore delle donne. Programma il cui fine, è l’aumento del tasso di occupazione femminile.  La riduzione del divario retributivo che contraddistingue, il mondo del lavoro femminile rispetto a quello maschile. E la conciliazione, tra vita privata e professionale. Per ottenere tutto ciò, è necessario creare le premesse e strategie efficaci, atte a  dare risposte positive, alle richieste di posizioni primarie, nel mondo del lavoro riferite alle donne della nostra provincia. Il tutto,  anche in un momento difficile sia per la provincia di Avellino e la regione Campania in primis, sia in campo nazionale.

A questo punto ha preso la parola Don Claudio Lettieri, il quale nello scusarsi del breve intervento, essendo egli impegnato per altra manifestazione, ha ricordato l’impegno della chiesa tutta, a supporto del lavoro femminile e che Giovanni Paolo II° ha voluto mettere al centro il mondo della donna. Questo processo, di avanzamento della donna, non deve fermarsi e che, ben vengano questi convegni a ricordarlo. Inoltre si è augurato che ci possa essere anche fra i Comuni della provincia un lavoro comune in tal senso. Ha terminato dicendo: Dio ha dato tutto all’uomo, per cui la coppia è forte quando c’è sinergia. Ha preso commiato, salutando i presenti e ricevendo dall’Associazione una medaglia ricordo.

Annamaria Lombardo ha trattato invece della violenza che, le donne subiscono quotidianamente. Le donne spesso sono indifese, fragili, in balia della cattiveria degli uomini che sfocia in violenza.

Stesso tema è stato trattato da Marinella Sgambato, la quale ha ricordato che il coordinamento Donne Irpinia Sannio, ha istituito uno sportello di ascolto rivolto alle Donne ed agli Uomini che stanno attraversando un periodo di disagio, presso la sede Cisl Irpinia Sannio di via Circumvallazione, 42 Avellino. Lo sportello vuole essere uno spazio di prima accoglienza, orientamento al lavoro, ascolto empatico, sostegno psicologico e sociale.

Nel corso del convegno, l’attore Luca Trancucci, ha letto poesie dedicate alle donne, del poeta flumerese Michele Di Paola e una dedica alle donne del Papa Giovanni Paolo II°.

La manifestazione si è conclusa con la consegna di medaglie ricordo ai relatori e ai vincitori del concorso fotografico sul web riferito alla migliore foto e alla  maschera più caratteristica, del carnevale flumerese 2015, dedicato ai bambini di Flumeri.

LASCIA UN COMMENTO