.”Ferie Abellane” e “Castello incantato”,a giugno e luglio visite guidate ai siti archeologici nella città della nocciola. Ecco tutte le info.

0
390

Un patrimonio dal valore inestimabile invidiato in tutto il mondo quello che troviamo ad Avella Città d’Arte al centro della Campania facilmente raggiungibile da tutte le province. Nei mesi estivi non va in vacanza il servizio SIAT,Servizio Informazione e Accoglienza Turistica.

Sarà possibile visitare l’antico Anfiteatro e i Monumenti Funerari di epoca romana per poi raggiungere la collina per avventurarsi tra i resti dell’imponente Castello Normanno-Longobardo che il 17 giugno aprirà le porte per incantare il pubblico con artisti e musica live. Chi vuole potrà anche fare una passeggiata nel centro storico dove è presente il decumanus maximus ovvero l’antica strada principale dove sono ubicate diverse chiese, antichi palazzi e il museo. Le aperture dei siti archeologici per le visite guidate sono state programmate il sabato e la domenica, questi gli orari:ore 10.00-13.00 / 17.00 – 20.00. E’ previsto un ticket di 4 euro individuale e una riduzione di 2 euro per i possessori di Arte Card. E’ garantita l’accessibilità gratuita e l’assistenza alle persone diversamente abili e ai minori fino a 10 anni. Alle aperture dei siti saranno associati diversi eventi organizzati dalla Fondazione Avella Città d’Arte e dalle Associazioni avellane. Nei ristoranti o presso le aziende agricole della zona, a scelta, sarà possibile prenotare il pranzo e degustare i prodotti locali o per chi vuole può dormire nelle strutture quali hotel, ville e case vacanze. Per tutte le informazioni su aperture eventi ed altro è possibile visitare il sito internet ufficiale www.avellarte.it. E’ disponibile anche una InfoLine Ufficio SIAT: 0818259320 oppure i contatti facebook/twitter/Instagram: Avellarte.

LASCIA UN COMMENTO