Pianeta Ramata, successo per il cooking show di Alfredo Iannaccone a Preturo di Montoro.

0
129

Un grande successo ha riscosso lo chef Iannaccone davanti ad un pubblico attento alle creazioni e alle spiegazioni dei piatti innovativi proposti in occasione dell’evento Pianeta Ramata svoltosi nella piazza centrale di Preturo.

Un vero percorso culinario sapientemente condotta dal cuoco di origini irpine e considerato tra gli emergenti nel panorama nazionale. Sul palco anche il giornalista Bruno Guerriero che ha condotto la serata e raccontato la vita professionale del collega (Alfredo Iannaccone è un giornalista che da tempo ha scelto di approfondire la sua grande passione tra i fornelli), “I piatti di Alfredo raccontano le eccellenze italiane. Profumi e sapori ineguagliabili, ha sottolineato Guerriero, con una ricerca continua che esalta la bravura dello chef e la bellezza del Food quando riesce a trasformarsi in una vera arte”.

Entusiasmante e decisamente innovativa la scelta del menù creato per l’occasione dallo chef. Protagonista indiscussa la Cipolla ramata, un’altra eccellenza dell’Irpinia e in modo particolare della piana montorese.

Tre piatti per lo show cooking. Il primo, “Bloody Mary Gazpacho”, una crema ghiacciata di pomodoro cuore di bue sorrentino con gli anelli di cipolla ramata, note di rabarbaro e un mosto di lamponi fermentato, creazione unica dello chef che produce nel suo Laboratorio, che ha colpito i foodblogger, i giornalisti e le persone presenti all’affascinante esibizione. Chiara l’ispirazione alla cucina spagnola. Con il secondo piatto si sale decisamente al nord. Parliamo di “Nudo d’autore”, sensuale per i profumi e i sapori con protagonista un crudo di “mussillo” di Baccalà islandese, impreziosito dai petali di cipolla Ramata, condito con mosto di Ribes nero (altra creazione del laboratorio dello chef, ancora fermentazione con i frutti rossi trattati come l’uva). Bellissima la presentazione (potete ammirarla nel servizio fotografico realizzato a Preturo). Gran finale con un piatto che ha particolarmente colpito i presenti sia per l’originalità che per il grande equilibrio e le armonie ricercate di tradizioni e cucine diverse. Un vero viaggio culinario con dedica speciale dello chef all’Irpinia. Il piatto si chiama “Montoro, Sicilia, Giappone” e sarà probabilmente, come ha anticipato il giornalista Bruno Guerriero, uno dei piatti che saranno presentati all’inaugurazione della rassegna nazionale Cosmofood di Vicenza (prevista nel mese di novembre), dove, tra l’altro, lo chef irpino è stato invitato per una esibizione insieme ai più importanti chef nazionali. Si tratta di un risotto interpretato in chiave Zen. Si parte da un Vialone nano veronese Igp servito con una base di burro acido alla Cipolla Ramata montorese che si presenta come un “giardino fiorito”, impreziosito da un nudo di Gambero rosso di Mazara del Vallo (altra eccellenza italiana) acidulato con gocce di Yuzu, un agrume un po’ mandarino, un po’ limone, della tradizione nipponica. Profumi e sapori particolarmente graditi dal pubblico presente alla degustazione. Lo chef Alfredo Iannaccone è stato il vero protagonista della prima serata di Pianeta Ramata. Oggi proseguirà la manifestazione con altri eventi.

LASCIA UN COMMENTO