Accoltella due persone uccidendone una e poi si lancia dal primo piano, tragedia al centro storico.

0
807

Ha accoltellato a morte un uomo, probabilmente per motivi passionali, e dopo aver ferito con altri fendenti la sua convivente, una 18enne, si è lanciato dal primo piano di una casa nel centro di Avellino. L’omicida si chiama Gian Marco Gimmelli, 32 anni.

Insieme con la compagna, si sarebbe recato dalla vittima per un chiarimento originato da motivi passionali. Il confronto è presto degenerato in una colluttazione nel corso della quale l’omicida ha estratto un coltello e colpito più volte la vittima.

Ha accoltellato la compagna ferendola gravemente alla gola e poi si è lanciato dal primo piano dell’abitazione, nel centro storico di Avellino, rimanendo ferito. La donna, 18 anni, è stata portata in ospedale. Non correrebbe pericolo di vita e sta rispondendo alle domande degli investigatori.

L’uomo, che prima di lanciarsi nel vuoto da un’altezza di 8-10 metri aveva minacciato di far esplodere l’appartamento con il gas, è stato a sua volta ricoverato in ospedale e al momento non si conoscono le sue condizioni di salute. Motivi passionali potrebbero essere alla base di quanto accaduto. Un litigio potrebbe aver scatenato il ferimento.

 

LASCIA UN COMMENTO