Associazione Pabulum aderisce a Cibo Nostrum.

0
246

Coniugare l’esperienza della bellezza italiana in ogni sua forma, dalla coltivazione all’enogastronomia, dalla biodiversità agroalimentare alla forchetta, dalla cultura alimentare alla divulgazione e conoscenza del meglio del nostro Paese e raccontarla al mondo, insieme.

Sviluppare sinergie per la promozione del made in Italy è uno dei punti cardine del lavoro di Agrocepi. In questo caso l’impressione è che si sia andati oltre perché l’accordo stipulato garantisce, non solo la valorizzazione dei prodotti, ma anche lo sviluppo della tradizione culinaria italiana.

E’ stato siglato a Roma, nella sede di Gambero Rosso, un protocollo d’intesa che istituisce il Partenariato “Cibo nostrum”, fortemente voluto da Agrocepi, rappresentata dal Presidente Nazionale Corrado Martinangelo, insieme a PMI International e UNCI Agroalimentare; altri soggetti del partenariato sono rappresentati dall’Associazione Pabulum, l’Associazione Terre del Sud, l’Associazione Miglio d’oro, ulteriori soggetti professionali rafforzano il partenariato: My fair, Penelope , Idea positivo, Kromo , Artesa.

Promuovere in modo unitario programmi e progetti sul cibo italiano: questo l’obiettivo del Partenariato “Cibo nostrum”, nato anche grazie alla collaborazione di Gambero Rosso, Unione Nazionale Consumatori e degli Ordini dei tecnologi alimentari della Basilicata, Calabria, Campania e Lazio.

Professionisti del settore, quindi, metteranno a disposizione la propria esperienza e la propria professionalità cooperando per la crescita, la promozione e la valorizzazione di quei prodotti, che rappresentano una ricchezza per l’intero paese e che permettono all’Italia di essere riconosciuta nel mondo.

LASCIA UN COMMENTO