Associazione Pabulum e prevenzione: aggiornamento della “Charta del Benessere”.

0
81

In tutti i paesi occidentali si evidenziano alcuni trend non positivi per ciò che attiene gli stili di vita: alta prevalenza di obesità e sovrappeso in età infantile, scorrette abitudini alimentari nella fascia di età infantile-adolescenziale e adulta, elevato tasso di sedentarietà, scarsa attenzione alla prevenzione.

E’ dimostrato ampiamente in letteratura che comportamenti sani e un corretto stile di vita (astensione/sospensione del fumo, dieta, attività fisica) sono le armi a disposizione di tutti che in tutte le fasce d’età, ancor più se adottate fin dall’età età giovanile, consentono di prevenire le patologie più frequenti, che costituiscono le principali causa di morte nei nostri Paesi: patologie cardiovascolari, diabete e neoplasie in particolare.

Essendo una notevole quota di fattori di rischio riconducibile al comportamento, appare chiaro che, nell’ambito degli interventi di promozione di stili di vita salutari, assumano una importanza strategica i programmi di comunicazione e formazione.

L’Associazione Pabulum nell’aprile 2015, durante l’evento Città del Benessere di Salerno, ha riunito un Tavolo di Lavoro di specialisti, che hanno redatto e poi pubblicato la ’Charta del Benessere’. La Charta, ideata dalle Dott.ssa Katya Tarantino, Graziella Di Grezia e Giulia Corrado, rappresenta un vademecum di semplici ma valide direttive che ha come obiettivo la diffusione del concetto di ‘ben…essere’, orientando la comunità verso politiche di salute e di prevenzione. Il documento, che è ora consultabile e scaricabile sul sito internet www.cittadelbenessere.it, vede coinvolti l’ambito nutrizionale, odontoiatrico, psicologico, geriatrico e di prevenzione oncologica, in particolare senologica e prostatica, con un piccolo apporto di expertise comunicazionale da parte della giornalista Marika Borrelli. “La ‘Charta del benessere’ – spiega Katya Tarantino, biologa nutrizionista e presidente di Pabulum – si propone di fornire un valido e pratico aiuto multidisciplinare che ognuno potrà consultare in relazione alle proprie esigenze. Il benessere, infatti, non rappresenta un punto di partenza, ma un obiettivo da raggiungere con costanza e amor proprio, seguendo semplici regole di stile di vita e di prevenzione. Quali? Ad esempio aiutare a migliorare la qualità della vita riducendo l’ansia legata alle prestazioni o a sintomi specifici che spesso rappresentano fonte di preoccupazione. La Charta è proprio lo strumento divulgativo adatto a tale scopo, da seguire nella gestione della quotidianità e fruibile da un ampio range di persone di qualsiasi età.” “Il benessere – conclude la nutrizionista – non rappresenta un punto di partenza, ma un obiettivo, da raggiungere con costanza e amor proprio, seguendo semplici regole di stile di vita e prevenzione.”

Durante l’evento BIO&DINTORNI (Centro Storico di Salerno, 25-26-27 settembre 2015), si riunirà di nuovo il Tavolo di Lavoro degli specialisti per l’aggiornamento e l’ampliamento delle branche specialistiche.

LASCIA UN COMMENTO