Carmine Aymone e Michelangelo Iossa ospiti del prossimo appuntamento di TranSonanze lunedì 11 al Conservatorio di Benevento.

0
86

Transonanze_Iossa&Aimone_11 Aprile_n2Lunedì 11 aprile 2016, dopo il successo del primo appuntamento con Carlo Massarini, secondo incontro di TranSonanze – Festival di scritture rock con la partecipazione di Carmine Aymone e Michelangelo Iossa.

La rassegna dedicata alla comunicazione rock, che si terrà a Benevento fino a giugno 2016, prosegue con l’intervento di due tra le più amate e seguite firme del giornalismo musicale nazionale, nonchè curatori artistici della Mostra Rock! (PAN – Napoli), esempio unico in Italia di mostra internazionale permanente dedicata al rock e ai suoi linguaggi.

Ideata e diretta da Donato Zoppo, patrocinata dall’Università degli Studi del Sannio con il Conservatorio Nicola Sala, TranSonanze coinvolge alcuni dei più autorevoli operatori musicali italiani, con il fil rouge del rock come linguaggio aggregativo. Il progetto – promosso nell’ambito della attività didattiche di Diritto e Letteratura, insegnamento istituito nel 2008 presso Unisannio – rientra infatti nelle iniziative dell’ateneo sannita volte alla ricerca sui linguaggi giovanili legati alla creatività e all’arte.

Aymone e Iossa saranno coinvolti in un duplice appuntamento: alle 17.00 workshop con gli studenti (Aula Bonazzi del Conservatorio – La partecipazione sarà valutata ai fini del riconoscimento di CFU per “altre attività” per gli studenti del corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza), alle 21.00 incontro-concerto (Teatro De Simone) presentato da Donato Zoppo e dal prof. Felice Casucci (docente di Diritto e Letteratura presso Unisannio e coordinatore del progetto per conto dell’Università) con il giornalista e operatore culturale Ernesto Razzano. L’incontro-concerto avrà un significativo contributo musicale: in apertura il Nicola Sala Jazz Ensemble, composto dagli allievi del Biennio di Jazz del Conservatorio N. Sala, diretti dai maestri Aldo Bassi (tromba) e Francesco Branciamore (batteria), a seguire gli irresistibili Lemon Haze, band legata alla tradizione rock anni 60/70.

Entrambi napoletani e attivissimi su più fronti, Michelangelo Iossa e Carmine Aymone sono la coppia più nota del giornalismo musicale campano: firma del Corriere del Mezzogiorno il primo, volto di Optimagazine il secondo, Aymone e Iossa sono scrittori apprezzati che hanno dedicato larga parte del loro lavoro a nomi comeBeatles, Pino Daniele, Osanna, James Senese e tanti altri. La loro partecipazione a TranSonanze sarà decisiva per comprendere gli sviluppi contemporanei del linguaggio rock, in una valutazione tra passato e presente, tra ribellione e istituzionalità, legata anche alla loro esperienza con la Mostra Rock!: un percorso che rientra in pieno nell’idea degli “Universi Creativi” e dei linguaggi giovanili della contemporaneità approfondita da Unisannio.

 

I prossimi incontri della rassegna si terranno ad aprile, maggio e giugno. Lunedì 9 maggio entrerà in gioco il mondo dell’avanguardia e della musica di confine con Antonello Cresti; gran finale lunedì 13 giugno con Federico Guglielmi, testimone d’eccellenza per comprendere le direzioni del rock italiano nell’ultimo trentennio.

Prossimi appuntamenti:

Lunedì 9 maggio 2016

h. 17.00 Aula Bonazzi – Conservatorio N. Sala

 h. 21.00 Teatro De Simone

ANTONELLO CRESTI

Le controculture e la sperimentazione nel rock dagli anni ’60 al nuovo millennio

Lunedì 13 giugno 2016

h. 17.00 Aula Bonazzi – Conservatorio N. Sala

 h. 21.00 Teatro De Simone

FEDERICO GUGLIELMI

Il rock in Italia dagli anni ’70 ad oggi tra classici e indie

 

 

Info:

Unisannio:

www.unisannio.it

 

Conservatorio Nicola Sala:

www.conservatorio.bn.it

 

Ufficio Stampa Synpress44:

www.synpress44.com

 

 

 

CARMINE AYMONE E MICHELANGELO IOSSA

Entrambi napoletani e attivissimi su più fronti, Michelangelo Iossa e Carmine Aymone sono la coppia più nota del giornalismo musicale campano.

Giornalista, critico musicale prima delle Cronache di Napoli, poi del Corriere del Mezzogiorno, Carmine Aymone (Napoli, 1970) ha scritto per Il Giornale del Sud, Cuore e altre testate, è stato direttore responsabile della rivista di cultura e spettacoli da lui fondata nel 1997 Il Covo e del mensile musicale Nerò. Ha all’attivo svariati testi musicali dedicati a Osanna, Pino Daniele, James Senese, Gigi D’Alessio, ha partecipato alla Enciclopedia del Pop Rock napoletano (Rai Eri) di Renato Marengo e Michael Pergolani. Ha collaborato alla stesura di spettacoli teatral-musicali.

Michelangelo Iossa (L’Aquila, 1974) insegna Linguaggi della Musica Popolare tra MTV Generation e Social Network all’Università ‘Suor Orsola Benincasa’. Dal 1993 collabora con numerose testate nazionali (JAM, L’Isola che non c’era, Rockstar, Optimagazine, etc). È curatore del Corso in Giornalismo e Critica Musicale alla JAM Music School di Pomigliano d’Arco. È uno dei principali esperti internazionali sui Beatles, ai quali ha dedicato sei volumi tra il 2003 e il 2016: The Beatles, Le Canzoni dei Beatles, Gli Ultimi Giorni di Lennon, Le Canzoni di George Harrison, Paul McCartney a Napoli, infine Love. Le canzoni d’amore dei Beatles. Ha partecipato a vari volumi collettivi in materia giuridica e musicale, ha collaborato con i tre principali Atenei universitari campani in numerosi corsi di formazione, ha ricoperto il ruolo di docente in corsi per ufficio stampa e comunicazione.

Dal 2010 Aymone e Iossa dirigono la mostra Rock!, rassegna internazionale sulla musica e i suoi linguaggi, appuntamento/chiave della programmazione culturale della Città di Napoli e del PAN – Palazzo delle Arti Napoli (oltre 56.000 visitatori in quattro edizioni). A Benevento relazioneranno sulla cultura rock tra ribellione e musealità, il giornalismo e la comunicazione rock (case studies: Beatles, U2, Springsteen), il rock a Napoli tra esterofilia e originalità.

 

 

Donato Zoppo (Salerno, 1975):

cronista musicale operante nel Sannio, ideatore del Progetto TranSonanze, scrive per i mensili Audio Review e Rockerilla e per il magazine Jam. Dal 2007 conduce Rock City Nights, contenitore rock con sulle frequenze di Radio Città BN. È autore di vari libri dedicati a Genesis, PFM, Lucio Battisti etc; ha partecipato a volumi collettivi come I 1000 concerti che vi hanno cambiato la vita (Rizzoli), ha prodotto per Mellow Records il disco di tributo a Santana Guitar Dancing In The Light (2008), ha curato per Cramps L’Anthologia Progressive, dedicata al rock progressivo italiano.

 

“Nicola Sala”  Jazz  Ensemble:

Il gruppo guidato dai Maestri Aldo Bassi e Francesco Branciamore è composto da allievi del Biennio di Jazz del Conservatorio Nicola Sala di Benevento e nasce proprio in occasione dell’evento come formazione ad hoc, focalizzata su classici jazz, funk, R&B e soul.  L’organico, composto da allievi e docenti, è il seguente: Rossella Esposito, Chiara Spedicato (voci), M° Aldo Bassi (tromba), Ettore Patrevita (sax tenore), Vincenzo Negro, Luigi Riccio (chitarre), Guido Lanzotti, Luigi Cennamo, Enzo De Sena (piano elettrico), Rosario Perlingieri (basso elettrico), Sisto Masone, M° Francesco Branciamore (batteria e percussioni).

 

Lemon Haze:

Formazione nata ad Amsterdam ma composta da quattro musicisti sanniti, i Lemon Haze celebrano la nascita, l’affermazione e la splendida maturità del rock a cavallo tra la fine degli anni ‘60 e l’inizio dei ’70. Con centinaia di concerti alle spalle, il quartetto omaggia i classici dell’epoca d’oro rock, guardando sia alle atmosfere acustiche della West Coast, sia a quelle elettriche e istintive dell’Inghilterra. Ugo Porfido (voce, chitarra acustica, flauto); Giampaolo Capone (chitarra elettrica, cori); Diego Ruggiero (basso); Simone Paglia (batteria).

LASCIA UN COMMENTO