Carta e cartone: trend in crescita in Campania, raccolte quasi 210 mila tonnellate nel 2015.

0
174

La Campania continua il suo trend positivo nella raccolta di carta e cartone e anche nel 2015 ottiene risultati di riguardo: +3,4% rispetto all’anno precedente. Anche la raccolta media pro capite regionale, pari a 35,9 kg/ab, è un dato positivo, se si considera che è superiore alla media registrata nel Sud (31,5 kg/abitante).

Questi i dati diffusi da Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) con il XXI Rapporto Annuale.

Nella classifica delle Regioni più virtuose del Sud Italia, la Campania si aggiudica la medaglia di bronzo, dietro ad Abruzzo (52,3 kg/abitante) e Sardegna (44,8 kg/abitante).

Andando più nel dettaglio, le province campane più virtuose in termini di tonnellate annue raccolte sono nell’ordine: Napoli (115.464 e un pro capite di 37,6 kg/abitante), Salerno (39.463 e un pro capite di 35,7 kg/abitante), Caserta (28.557 e un pro capite di 31,6 kg/abitante), Avellino (16.039 e un pro capite di 34,9 kg/abitante) e, infine, Benevento (10.026 e un pro capite di 34,7 kg /abitante).

Ha dichiarato Ignazio Capuano, Past President di Comieco: “Differenziare correttamente carta e cartone non solo apporta benefici ambientali e sociali ma anche economici. Infatti, grazie all’impegno di cittadini e amministrazioni locali, nel 2015 la Campania ha ricevuto da Comieco quasi 8 milioni di euro in corrispettivi economici per la raccolta di carta e cartone. A questi, nel 2016, si aggiungeranno gli oltre 500.000 euro messi a disposizione dal Bando Anci-Comieco che serviranno ad incrementare i risultati di raccolta sul territorio”.

A livello nazionale, nel 2015 la raccolta di carta e cartone ha registrato un aumento dello 0,5% per un totale di oltre 3,1 milioni di tonnellate: oltre 20 mila tonnellate in più rispetto all’anno precedente e un pro capite di 51,5 kg per abitante (nel 1998 era di 17 kg/abitante-anno). 

Guardando nel dettaglio l’intero Paese, le variazioni sono positive soltanto per due macro aree su tre: Centro e Sud crescono rispettivamente dello 0,2% e del 4,1%; il Nord, invece, registra nel 2015 una leggera battuta d’arresto registrando un calo dello 0,7% rispetto all’anno precedente.

Comieco ricorda inoltre che, in collaborazione con Anci e Conai, invita tutte le famiglie italiane a raccogliere più carta e cartone per aiutare i Comuni colpiti dal terremoto nel Centro Italia del 24 agosto scorso. Per contribuire alla ricostruzione dei paesi basta infatti raccogliere meglio e di più: ogni 100 kg raccolti in più nel mese di settembre 2016 (rispetto a settembre 2015) il Consorzio destinerà 7 euro ai Comuni vittime del sisma. La variazione sarà misurata sulle quantità di raccolta di carta e cartone gestite in convenzione.

LASCIA UN COMMENTO