Caudium per Samnium, la Comunità Militante Caudina 321 ringrazia chi ha contribuito al successo dell'iniziativa.

0
101

La Comunità Militante Caudina 321 annuncia che l’iniziativa Caudium per Samnium ha centrato l’obiettivo prefisso grazie alla generosità e alla sensibilità di tanti cittadini che hanno collaborato attivamente. «Tutta la solidarietà che abbiamo raccolto – dichiara il Direttivo della Cmc321 – è stata consegnata direttamente alla Croce Rossa Italiana e alla Caritas Diocesana di Benevento. La nostra azione è nata in maniera spontanea, perché sappiamo bene cosa significa perdere tutto a causa del dissesto idrogeologico. Cervinara e San Martino Valle Caudina hanno pagato nel 1999, Benevento ed il Sannio pagano ora. Pretendiamo, da chi di dovere, un programma di prevenzione concreto per le aree a rischio. La Cmc321 cercherà di tenere alta l’attenzione sulla problematica della pulizia dei torrenti e del monitoraggio costante del territorio. Bisogna agire senza chiacchiere e senza scuse».

Caudium per Samnium è stata anche l’occasione per riflettere sulla nuova Unione dei Comuni della Valle: «Caudium è unita solo sulla carta bollata. In pratica manca un coordinamento tra le realtà di volontariato e le istituzioni – si legge nel comunicato della Cmc321. E’ paradossale vedere tanti gruppi e associazioni agire in maniera autonoma, senza un briciolo di cooperazione. Vogliamo compattare Caudium dal basso, canalizzando tutte le forze dell’area. La nostra etica ci impone di continuare su questa strada comunitaria, disinteressata e trasversale».

La giovane responsabile dell’operazione di beneficenza, Virginia Cioffi, ringrazia ufficialmente tutti coloro che hanno dato una mano agli alluvionati Sanniti: «Ringraziamo le studentesse e gli studenti caudini dell’Istituto Einaudi di Cervinara, la Dirigente Scolastica Anna Paola Gianfelice e la Professoressa Rosaria Ricci, che appena contattati non hanno esitato ad accettare l’invito ed in poco tempo hanno messo in piedi una raccolta in tutta la scuola. Grazie a Caudium Supermercati, alla SISA di Cervinara e al Caffè Trescine che ci hanno dato spazio al loro interno per raccogliere i beni di prima necessità. Al nostro fianco abbiamo avuto gli attivisti di Cervinara in Movimento, il meetup Amici di Beppe Grillo, la redazione di UserTv ed il presidente nazionale Fiore Marro dei Comitati Due Sicilie. La loro sensibilità ha dato spessore a questa azione di volontariato. Donare un semplice sorriso, dopo le lacrime di rabbia e dolore, per noi vale tanto».

LASCIA UN COMMENTO