Consiglio Comunale di lunedì 30 novembre: resoconto.

0
115

foti-petittoSeduta di Consiglio comunale di Avellino di lunedì 30 novembre per proseguire, in seconda convocazione, la trattazione dell’ordine del giorno avviata nella seduta del 26 novembre.

I lavori sono iniziati con la sostituzione della componente Enza Ambrosone nella Commissione Statuto.

Il presidente Livio Petitto ha annunciato l’ingresso del consigliere Virgilio Cicalese e dunque la ricomposizione della Commissione Statuto formata da 15 consiglieri della maggioranza e 9 dell’opposizione.
Dopo la decisione dei consiglieri di opposizione di ritirare un ordine del giorno per l’adozione dei provvedimenti in autotutela connessi e conseguenti alla delibera di C.C. n. 67/2014, il dibattito è proseguito sull’ordine del giorno presentato dai consiglieri Tornatore, Matetich e Percopo che aveva ad oggetto la proposta di tenere consigli monotematici sulle partecipate del Comune di Avellino. A relazionare è stata la consigliere Adriana Percopo che ha spiegato il senso della proposta, utile a dare un contributo all’Amministrazione comunale per la futura gestione delle società partecipate (che vanno dall’Alto Calore all’Asi, al Cirpu-Consorzio Universitario). L’ordine del giorno è passato all’unanimità. È stato il consigliere di opposizione Nadia Arace ad illustrare, invece, l’ordine del giorno sulla proposta di verificare la volontà dell’Amministrazione di recedere dal Cirpu, il Consorzio universitario. La proposta non è passata con i voti contrari di 11 consiglieri della maggioranza (a favore 8 consiglieri di opposizione e alcuni della maggioranza).

A seguire, su richiesta del capogruppo del Pd facente funzioni Geppino Giacobbe c’è stata l’inversione dell’ordine del giorno per consentire la trattazione degli argomenti di natura finanziaria. Votati dalla sola maggioranza le delibera sulle variazioni al bilancio esercizi 2015 e pluriennale 2015/ 2017 e suoi allegati: “Provvedimento. Ratifica. La delibera Approvazione Piano Finanziario e presa d’atto contenuto deliberazione di giunta comunale n. 215 – annullamento in autotutela”.

Sono passati anche i punti 13, 14 e 15 che avevano ad oggetto: “rete idrica a servizio delle Contrade Cesine – Colle dei Monaci – Bosco dei Preti. Acquisizione suoli dalla società Agricola e forestale; riconoscimento debiti fuori bilancio”.

Sempre la maggioranza ha provveduto poi ad approvare il riconoscimento di alcuni debiti fuori bilancio.

L’ Assise Municipale ha poi discusso delle due mozioni presentate dai consiglieri Nadia Arace e Giancarlo Giordano: la prima per l’istituzione di un capitolo di bilancio con storno di risorse da destinare alla messa in funzione del complesso ex Gil; la seconda per il rifinanziamento del capitolo di bilancio per l’acquisizione del sito dell’Ex Isochimica. Due argomenti che hanno fatto registrare l’attenzione dell’Assise ma che non sono passati perché per tutti e due si è registrato lo sforamento dei tempi essendo stati presentati dopo l’approvazione dell’assestamento del bilancio dell’anno in corso e dunque qualsiasi modifica allo strumento contabile non era più possibile, come ha precisato l’Assessore Maria Elena Iaverone.

In ogni caso su tutte e due le questione l’assessore Iaverone ha manifestato le intenzioni dell’Esecutivo a proseguire il proprio impegno prevedendo l’appostamento di fondi, in misura molto più cospicua, per l’ex Isochimica e la risoluzione tempestiva del nodo gestione per l’Ex Eliseo in modo che la struttura, entro la fine di dicembre di questo anno, diventi fruibile.

I lavori si sono conclusi con la mozione del consigliere Gianluca Festa sul Villaggio di Natale, poi ritirata, con la quale è stata evidenziata la poca attinenza al tema tipicamente natalizio di alcuni espositori presso le strutture in legno ubicate lungo il Corso di Avellino.

LASCIA UN COMMENTO