Controllo del Territorio, Operazione Alto Impatto dei Carabinieri a Montella.

0
264

I Carabinieri della Compagnia Montella non mollano la presa sul territorio dove sono stati intensificati i servizi di prevenzione e sicurezza.

Con perquisizioni, posti di blocco e una massiccia presenza nelle strade, i Carabinieri stanno eseguendo quotidiani e mirati controlli che in questo fine settimana hanno portato al deferimento in stato di libertà di 3 persone.

In particolare:

  • i Carabinieri della Stazione di Montella, a Nusco, hanno proceduto al controllo di un 30enne di Atripalda, fermato alla guida della propria autovettura, in evidente stato di alterazione dovuta all’assunzione di alcoolici. L’inspiegabile nervosismo manifestato dal soggetto induceva i carabinieri ad approfondire il controllo. E all’esito della successiva perquisizione veniva rinvenuta nell’auto una spranga, di ferro di cui non era in grado di giustificarne il porto, sottoposta a sequestro.

Per il 30enne, oltre alla denuncia alla Procura della Repubblica di Avellino per guida in stato di ebbrezza e porto di armi o oggetto atti ad offendere, è scattato il ritiro della patente di guida;

  • a Torella dei Lombardi, i Carabinieri della locale Stazione hanno fermato un 40enne del luogo, già noto agli operanti, mentre era alla guida di un’auto: all’esito degli accertamenti è stato denunciato alla citata Autorità Giudiziaria per guida con patente revocata nonché sotto l’influenza di sostante stupefacenti. Lo stesso è stato altresì segnalato alla Prefettura di Avellino ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90.
  • a Paternopoli, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino per la violazione di cui all’art. 4 della legge 18 aprile 1975, n. 110, un 50enne del posto che, a seguito di perquisizione personale e veicolare, è stato sorpreso in possesso di due bastoni in legno di cui non era in grado di giustificarne il porto.

È invece scattata la sanzione amministrativa per l’organizzatore di una manifestazione pubblica che si è svolta a Nusco, per non aver ottemperato all’ordinanza sindacale: alle ore 3.45 era ancora in corso lo spettacolo di intrattenimento musicale autorizzato fino alle precedenti ore 1.00.

LASCIA UN COMMENTO