Crisi e ripresa economica, incontro tra Giovani Imprenditori e Parlamentari campani.

0
53

I Giovani Imprenditori campani, guidati dalla Presidente Nunzia Petrosino, hanno incontrato presso la Sala Cenzato dell’Unione degli Industriali di Napoli, una delegazione di parlamentari eletti durante le ultime elezioni nelle circoscrizioni campane.

Punto di partenza del confronto le proposte contenute nel documento “Confindustria per l’Italia: crescere si può, si deve”, idee e ragionamenti mirati e concreti per i quali è stata calcolata anche la relativa copertura finanziaria e che i Giovani Imprenditori a livello nazionale hanno presentato in occasione delle ultime elezioni politiche agli allora candidati politici ma che, a distanza di dodici mesi, non ha visto alcuna applicazione e che resta, purtroppo, ancora estremamente attuale e utile.

Snellimento concreto della burocrazia per una reale riduzione di tempi, costi e procedure non concretizzabile in un mero taglio orizzontale dei costi, misure per la competitività il lavoro e l’occupazione quali l’abbassamento pedagogico e vincolato del cuneo fiscale e lo sviluppo di infrastrutture realmente strategiche per il territorio campano e per il nostro Paese, riforma della giustizia per dare all’Italia maggiori certezze,  stabilità e credibilità rispetto ai paesi concorrenti; questi gli spunti messi sul tavolo.

“Lo slogan ‘Crescere di può, si Deve’ sta diventando il nostro motto, una pretesa che noi Giovani rivendichiamo per il futuro del nostro Paese. Non ci possono essere ancora scusanti, occorre produrre fatti, lavorare insieme per far sì che le esigenze del territorio vengano realmente ascoltate e si trovino soluzioni” così la Presidente Petrosino al termine dell’incontro durato quasi tre ore. “Abbiamo affrontato trasversalmente diversi argomenti, dai grandi temi che rappresentano le leve per recuperare in credibilità e rendere maggiormente attrattiva l’Italia ad argomenti più strettamente regionali e territoriali che servono a rilanciare anche l’economia ed il benessere locale; primo fra tutti la questione Terra dei Fuochi.”

I GI hanno infatti colto l’occasione per richiamare l’attenzione sulla delicata questione della “Terra dei Fuochi” che tanto sta discreditando le attività delle imprese campane. Un “Patto della lungimiranza” è stata la proposta avanzata e accolta dai parlamentari per lavorare congiuntamente e realizzare una serie di attività che rivalorizzino l’immagine delle produzioni campane ed il relativo territorio.

“Riteniamo fondamentale– ha dichiarato Gennaro Lodato, Presidente dei Giovani Impeditori di Confindustria Salerno – un costante confronto con i rappresentanti politici del territorio affinché possano recepire le istanze provenienti dal mondo produttivo.”

“Nonostante il disagio che stiamo attraversando – ha proseguito Lodato – pensiamo che non si possa prescindere dal metodo del dialogo. Auspichiamo, pertanto, che questi incontri si possano istituzionalizzare al fine di creare un legame diretto con chi ci rappresenta per confrontarci sia su tematiche di ampio respiro, come la politica industriale del nostro Paese, che su argomenti specifici o riguardanti le singole province.”

All’incontro hanno partecipato: Massimiliano Manfredi, Michela Rostan e la Senatrice Angelica Saggese per il Partito Democratico, Rocco Buttiglione per Per l’Italia, Edmondo Cirielli per Fratelli d’Italia. Marco Di Lello per il Partito Misto, Arturo Scotto per SEL e Girolamo Pisano per M5S.

LASCIA UN COMMENTO