Festa Europea della Musica, dal 19 al 21 giugno a San Nicola Baronia.

0
50

11377258_1091162947564855_598303200167020889_nDa questa sera e per tre giorni San Nicola Baronia diventa capitale europea della musica. Quest’anno, per la prima volta nella storia insieme a Parigi, Berlino, Londra, Madrid, Amsterdam, Atene e Milano, viene celebrata in Irpinia la Festa Europea della Musica.

Il 19, 20 e 21 giugno, in concomitanza col solstizio d’estate, saranno di scena eventi live, concerti, spettacoli e manifestazioni musicali di ogni forma ed interesse. Un evento promosso e patrocinato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Colella e dall’Associazione Turistica Sannicolese, con il supporto dell’Ente Provinciale per il Turismo. La direzione artistica è affidata a Maurizio Giannetta.

Una tre giorni di musica a 360 gradi dove verranno esaltati tutti i generi: dalla musica classica, al blues, dal rock, alla world, dalla dance, al folk, dal soul, al jazz fino ad arrivare al reggae in una commistione di suoni e linguaggi.

Ci saranno anche artisti di strada, bande e fanfare itineranti. Non mancherà la musica emergente che sarà protagonista nella serata inaugurale dell’evento. Superlativo il cast dei dodici big italiani e stranieri che si alterneranno sul palco del Piano di Zona. Tra loro, Shantel, l’ospite internazionale più atteso, il più grande Dj Balkan Producer del mondo vincitore del Bbc Music Award, con l’unica tappa in Italia del suo tour europeo.

Ed ancora: domenica sera il “sultano” della world music partenopea, Enzo Avitabile e i pionieri per antonomasia del raggamuffin rap italiano con i Zulu – 99Posse.

Headliner centrale della serata conclusiva Daniele Ronda il nuovo fenomeno del folk nazionale. Poi, ribalta per la multiculturalità della Med free orkestra, il collettivo etnico più rappresentativo della scena Italiana; I Crifiu la band salentina più importante degli ultimi anni quale massima espressione della contaminazione rock – elettronico – world. Spazio anche per le eccellenze musicali della provincia di Avellino e della Campania, con le esibizioni dei Molotov d’Irpinia, degli Zeketam e di Fiorenza Calogero.

LASCIA UN COMMENTO