Il jazz di Karima domenica 14 all’ Hotel de la Ville.

0
254

I Senzatempo non potevano iniziare meglio il 2018, arriva ad Avellino, reduce anche dai grandi successi di Umbria Jazz Winter, la splendida ed eclettica Karima, accompagnata da musicisti della scena jazz internazionale del calibro di Max Ionata, sassofoni, Piero Frassi, piano, Francesco Puglisi, contrabbasso, e Lorenzo Tucci, drums.

Close to you, Karima canta Burt Bacharach. Una delle più belle voci della scena pop e jazz italiana decide di dedicare un album a quello che lei stessa considera un vero nume tutelare, un punto di riferimento.
Bacharach non ha bisogno di alcun tipo di presentazione; pianista, e compositore di alcuni dei brani più belli della storia della musica, ha affidato le sue composizioni alla magica voce di Dionne Warwick, ed è pertanto ancora più coraggioso da parte di Karima, riprendere tra le mani simili immortali capolavori. Una ragazzina, a cui il regalo di un disco proprio di Bacharach cambia completamente la vita, ed il modo di relazionarsi con la musica, ed i testi. Pochi anni dopo, ecco arrivare la prima collaborazione con il grande artista, e la possibilità di essere proprio prodotta dallo stesso Burt; chi non ricorda poi la splendida esibizione sul palcoscenico dell’Ariston, sicuramente punto di arrivo ma anche di partenza per moltissimi artiste del nostro panorama musicale Italiano.

L’album Close to you, è il modo attraverso cui l’artista Livornese restituisce al pubblico anche il suo modo di sentire la musica di Burt, incamminandosi in un magico e meraviglioso mondo romantico, fatto anche di brani meno noti al grande pubblico, che meritano di essere vissuti ed ascoltati, ancora ed ancora, per restituirci magici momenti ed atmosfere spesso ormai quasi scomparse

Karima, ritorna al jazz, dopo anni di pop, e lo fa con la consapevolezza che questo genere musicale più di ogni altro, non patisce l’usura del tempo e consente di spaziare in maniera infinita da un mondo, e da un colore all’altro, con infinite sfumature e possibilità. L’artista non teme insomma le etichette, ma le vive, le veste e le trasforma continuamente andando da un posto all’altro, con la sicurezza che solo i grandi artisti, eterni artisti possiedono.

Vi aspettiamo con ingresso dalle ore 19.30 domenica 14 gennaio, presso la discoteca Xanadu dell’Hotel de la Ville, alla Via Palatucci.

Per info e prenotazioni: infosenzatempo@libero.it ; 333/7021234.

LASCIA UN COMMENTO