Madre e figlio trovati morti in casa a Pietrastornina, forse una fuga di gas.

0
81

I corpi senza vita di due persone, madre e figlio, sono stati trovati dai carabinieri in un’abitazione di Pietrastornina (Avellino). La donna, 80 anni, vedova, è stata trovata al piano terra dell’abitazione mentre il figlio, 43 anni, era in una stanza del piano superiore. Secondo le prime informazioni fornite dalle forze dell’ordine, non ci sarebbero segni di violenza. A lanciare l’allarme sono stati alcuni parenti che da giorni non avevano più notizie dei congiunti.

Madre e figlio vivevano nella casa di proprietà in via Sott’Arco, nel piccolo centro della provincia di Avellino. I carabinieri della locale stazione dell’Arma hanno avviato le indagini chiedendo l’immediato intervento sul posto del medico legale per i primi accertamenti disposti dal magistrato di turno.

Potrebbe essere stata una fuga di gas la causa della morte di Virginia Petrone, 73 anni, e di suo figlio Marco Spampinato, 42 anni, trovati senza vita nel tardo pomeriggio di ieri nella loro abitazione di via Sott’Arco a Pietrastornina, in provincia di Avellino. La donna è stata trovata in cucina mentre il figlio nella stanza da letto al piano di sopra. I carabinieri, intervenuti su segnalazione di un familiare che da giorni non aveva notizie dei congiunti, non hanno rilevato tracce di sangue né effrazioni alla porta di ingresso dell’abitazione, che è stata trovata chiusa dall’interno.

Saranno gli accertamenti medico-legali, affidati dal pm della Procura di Avellino Luigi Iglio alla anatomo-patologa Elena Piciocchi, a definire con certezza il quadro investigativo. Le esalazioni mortali – secondo una prima ipotesi degli investigatori – potrebbero essere state originate dal cattivo funzionamento della cucina a gas. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO