Molotov d'Irpinia, un'esplosione musicale nell'estate 2016.

0
157

orizzontale positivoI MOLOTOV D’IRPINIA danno voce ad una terra che ha molto da raccontare:7 ragazzi,(Antonio Modano, Piero Buccella, Andrea Saldutti, Giovanni Famiglietti, Giuseppe Capobianco , Franco Zarrella, Pietro Giusto) uniti dalla passione per la musica e capaci di smuovere tutte le piazze in cui sono stati fino ad ora, sono già pronti per quest’estate a portare ovunque la loro energia. Due album alle spalle e uno nuovissimo, ricco di novità,in uscita il prossimo mese, caratterizzeranno il loro nuovo tour di quest’estate.

Un calendario pieno di eventi e sorprese per i loro fan e per chi li ascolterà per la prima volta quando sbarcheranno nelle piazze di nuovi territori.

Nati nel 2004,il loro sogno prende forma quando incidono il primo disco “Nuvole di un cielo terrone” che parla di un’ Irpinia segnata dal terremoto e da problematiche sociali come immigrazione, lavoro e precarietà.

“Una canzone nasce quando senti l’esigenza di comunicare qualcosa, ciò che la gente trasmette a noi nei concerti con testi scritti da Piero Buccella e arrangiamenti curati da ogni singolo componente del gruppo” : questo è quello che ci dicono mentre continuano a raccontarci il loro percorso con l’uscita del secondo disco nel 2014 “Se trovo lavoro ti sposo” ; il titolo, divertente, racchiude un concetto importante: la difficoltà dei giovani di oggi a trovare lavoro, costretti a lasciare l’Irpinia.

I Molotov d”Irpinia però, sono molto uniti e determinati e al momento, pur essendo tutti studenti universitari,nessuno di loro abbandonerebbe questa terra e questo sogno per dedicarsi ad altro. Questi ragazzi,così talentuosi,non si definiscono una semplice band che porta musica nelle piazze, ma un movimento di diffusione di messaggi e di idee, libertà di espressione attraverso la musica, reso possibile grazie al contributo del pubblico.

La musica li ha avvicinati a diversi ambiti, e con il progetto “Molotov D’Irpinia per il sociale”,li troviamo impegnati non solo nelle piazze, ma anche nelle case circondariali. Un’iniziativa che li ha portati ad abbracciare un’altra realtà, bisognosa, forse più di tutte, della loro musica per sentirsi liberi.

Un passato che ha in sé collaborazioni e aperture di concerti importanti come quelli di Bennato, 99 Posse, Vinicio Capossela, James Senese non può che riservare ottime sorprese per questo terzo disco che sta per uscire.

Ci raccontano di tanti momenti belli vissuti grazie ai consensi del pubblico che li segue e che li spinge ad andare avanti in quest’avventura, rendendoli fieri di ciò che trasmettono in ogni evento al quale prendono parte.
“Non mancano critiche, che per noi sono più importanti dei consensi, in quanto ci fanno crescere e migliorare.

La critica è indice di notorietà e di interesse, quindi è sempre un elemento positivo.

Mettersi in gioco non è da tutti e noi siamo orgogliosi di farlo tutti i giorni con la nostra musica” continuano a raccontarci,determinati ad andare avanti sempre e comunque. Rassicuriamo gli appassionati irpini che non si distaccherebbero mai dal calore della gente del loro territorio; infatti, come ci dice Antonio Modano , voce della band: “C’è il desiderio e l’augurio di fare tanti concerti in posti nuovi ma con la promessa di ritornare sempre e comunque in Irpinia perché noi la sentiamo dentro e non vorremmo mai lasciarla” Non resta che rimanere aggiornati sul loro nuovo tour e sul loro nuovo disco in uscita il prossimo mese, seguendo la pagina Facebook “Molotov D’Irpinia “ e il canale youtube “ Molotov D’Irpinia”. Facciamo un caloroso in bocca al lupo a questi giovani talenti e voi fan… stay tuned!!!

Mirella Schena

LASCIA UN COMMENTO