A Pesaro terza vittoria consecutiva per la Sidigas Avellino.

0
49

AckerI lupi centrano la terza vittoria consecutiva battendo la Consultinvest Pesaro per 82- 88 in un match dove non sono mancate le emozioni.

La gara si apre con Pesaro che va a segno nelle prime tre azioni ma, Avellino si mantiene in scia con Cervi ed Acker. Christon e Lydeka non perdonano e portano avanti i marchigiani (11-7), Sacripanti chiama time out. Cervi rompe il digiuno di punti segnando dall’area, ma Shepherd realizza da tre: 18-9, Sidigas doppiata. Buva entra e si fa subito sentire con un tap in: i lupi colpiscono con Nunnally e Ragland. Nunnally e ingaggiano con Daye una sfida da tre, alle quali si aggiunge anche Acker: 23-22, Paolini è costretto a chiamare il break. Ceron va a segno dalla lunga distanza. Il primo quarto si chiude sul risultato di 26-24.

Ragland segna il primo vantaggio irpino con una tripla ma, Daye risponde. Pini è caparbio sotto canestro e segna dopo un rimbalzo strappato agli avversari, (29-29). Pesaro spreca qualcosa e Buva subito ne approfitta per realizzare da tre. Lacey risponde segnando dall’area: è un batti e ribatti senza soste. Sempre Lydeka prima segna e poi realizza anche il libero aggiuntivo. I marchigiani allungano e si portano a + 6 (38-32). Cervi rientra in campo e rompe il break dei padroni di casa, ma Lacey va a segno anche dalla distanza 40-34. Acker risponde e dimezza lo svantaggio della Sidigas, ora Avellino è a -1, (40-39). Pesaro colpisce solo dalla lunetta salendo a più cinque, 44-39. Nunnally segna da sotto. Finisce il primo tempo con il punteggio di 44-41.

Leunen segna il pari con una tripla, ma Pesaro piazza un break di 6-0. Lui che si si sbloccano con l’uno su due di Cervi dai liberi, poi Ragland segna da tre e Nunnally colpisce da due: di nuovo a -1, 50-49. La risposta di Lydeka e di Daye non si fa attendere (55-49). La risposta biancoverde arriva dai liberi, e frutta il pari grazie a Nunnally, Ragland e Buva: 61-61. Sorpasso targato Sidigas, ad opera di Ivan Buva. Christon va a segno da tre, ma l’ispirato Buva risponde dalla lunga distanza. Tripla sulla sirena di Leunen, si va all’ultimo riposo sul 64-69.

Avellino pigia il piede sull’acceleratore e va a +8. La Consultinvest accusa il colpo non riuscendo a trovare la via del canestro: Nunnally ne approfitta e realizza da sotto, ora i lupi sono a più dieci. Paolini chiama timeout: Daye e Christon rispondono presente. I padroni di casa alzano l’intensità della difesa e si riportano a -2, (75-77). Buva segna dalla lunetta, Lacey tiene Pesaro in corsa. Shepherd realizza da tre, risponde Ragland. E’ un continuo botta e risposta tra le due squadre. Shepherd accorcia a – 2, 82-84. Avellino torna dalla lunetta con Acker che fa due su due. L’ultimo canestro è di Nunnally: finisce il match 82-88.

Al termine del match questo il commento di coach Sacripanti: “E’ una vittoria molto importante: la terza di fila e la seconda fuori casa. Nei primi due tempi ci siamo fatti sopraffare un po’ dalla fretta. In più di un contropiede avremmo dovuto gestire meglio i possessi e far correre un po’ di più loro. Nel secondo tempo abbiamo allargato gli spazi e Pesaro ha faticato tantissimo. Era una partita di nervi e tensione e per come sono andare le cose siamo ancora più contenti. Mi è piaciuta la mentalità di squadra. Avevo detto ai ragazzi di non avere fretta di chiuderla, sapevo che questa sarebbe stata una partita che si poteva vincere solo nei secondi finali. Ho detto loro di tenere duro fino al quarantesimo, mi hanno accontentato”.

 

LASCIA UN COMMENTO