Rocco Mentissi in concerto ad Ariano Irpino giovedì 6.

0
86

Nuova tappa fuori regione per il tour 2015 del pianista e compositore lucano Rocco Mentissi, che giovedì 6 agosto presenterà il suo disco “traMe” ad Ariano Irpino (Avellino), con un concerto per piano solo in programma alle ore 21 nel locale Museo Civico. Organizzato su iniziativa dell’associazione Touxion, in collaborazione con il comune di Ariano Irpino, l’evento rientra nel cartellone di appuntamenti dell’Estate Arianese 2015.

Il “traMe Tour 2015” ha preso il via lo scorso 25 luglio da Montefredane (Avellino), per poi proseguire il 28 luglio a Satriano di Lucania, il 2 agosto ad Acri (Cosenza), il 3 agosto a Castelgrande e il 5 agosto a Venosa. L’8 e 9 agosto il tour si sposterà in Lombardia, a Lonato del Garda (BS), dove sono previsti due concerti all’interno del complesso monumentale della Rocca visconteo-veneta, in occasione della manifestazione “Lonato in Festival”.

Con l’album “traMe” Rocco Mentissi si inserisce nel filone della musica contemporanea minimalista, genere a cui è approdato dopo un percorso artistico articolato, caratterizzato dalle più svariate esperienze – dal blues al jazz, dalla musica popolare alla musica bandistica, dal prog-rock all’etno-funk – e da collaborazioni con artisti di diversa estrazione. All’interno del disco sono contenuti dieci brani e un preludio per pianoforte che spaziano tra malinconia e romanticismo, ironia e introspezione, mistero e speranza. Il gioco di parole del titolo “traMe” racchiude un doppio significato: da una parte l’insieme variegato di emozioni contenute nei diversi brani, che intersecandosi tra loro formano l’ordito musicale, dall’altra parte l’intimità e la profondità dei sentimenti che sono stati infusi nella composizione del disco.

Ogni concerto di Rocco Mentissi è un evento unico e diverso da tutti gli altri, per la tendenza dell’artista a cogliere le emozioni del momento e a trasportarle sul pianoforte. I brani del disco vengono proposti con nuove sfumature sonore e varianti tematiche estemporanee, creando interpretazioni sempre nuove e coinvolgenti.

La scaletta dei concerti si apre con il brano “Gare n. 1”, punto di partenza di un viaggio suggestivo che passa attraverso momenti più romantici, con “Per Delia” e “Dopo l’amore”, e momenti più malinconici, con “Beata solitudine” e “Una sera di settembre”, pezzo quest’ultimo dedicato alla memoria del padre scomparso. Toccante è l’esecuzione di “Notte in Palestina”, che costituisce un’occasione per ricordare i bambini di una terra tragicamente martoriata dalla guerra. Dal disco sono tratti anche “Il valzer dell’amore distratto”, “Improvvisazione n. 1” e “La ballata dei poeti dimenticati”, che omaggia quegli artisti cui non viene riconosciuto il giusto merito per il proprio talento. A chiusura di concerto il brano “Altrove”, di cui nelle prossime settimane verrà lanciato un videoclip musicale a ulteriore promozione del disco.

LASCIA UN COMMENTO