Sidigas Avellino supera Cremona e si riprende il terzo posto.

0
76

Ragland-Cr-Av-1Ritorno alla vittoria per la Sidigas che batte Cremona, ribalta la differenza canestri e conquista il terzo posto. Gli irpini s’impongono con il punteggio di 84-70 frutto delle ottime prove offerte da Cervi autore di 14 punti, Ragland che mette a referto 14 punti e 8 assist e Nunnally che nell’ultimo quarto segna 8 punti di fila che chiudono il match.

Parte bene Cremona sull’asse Washington-Dragovic ed una tripla di Turner. Avellino risponde con Leunen dalla lunga distanza e Cervi dalla lunetta (4-5). Dopo un facile appoggio dell’ex Dragovic, sale l’intensità difensiva della Sidigas e ne giova anche l’attacco, 7-0 di parziale targato Acker, Ragland e Nunnally e Cremona chiama time-out (11-7). La Vanoli ancora con Dragovic dalla media distanza la Sidigas risponde con Cervi e Ragland (17-16). Inizia la girandola di cambi ed i lupi subito ne approfittano con un 5-0 di parziale grazie a Veikalas e Buva. Il quarto si chiude con due punti di Turner, al 10’ (22-18).

Mian parte subito con una tripla che da il -1 alla Vanoli, Green in precario equilibrio lo imita (25-21). Sacripanti ordina una difesa a tutto campo da cui gli irpini trovano un parziale di 8-0 con Pini che realizza un 2+1 (35-26). La difesa asfissiante dei biancoverdi e il ritorno in campo di Cervi, che mette a segno 4 punti di fila aumentano il vantaggio. Il lungo irpino però commette il suo secondo fallo ed è costretto a tornare in panchina. Washington realizza e subisce fallo e Sacripanti chiama time-out (41-30). Al ritorno dal mini intervallo Pancotto ordina il pressing ai suoi che non porta i frutti sperati, perché prima Veikalas e poi Leunen la puniscono da tre. Washington sulla sirena accorcia al 20’ (47-35)

Subito la Sidigas con un 5-0 ad opera di Ragland e Leunen, la Vanoli però risponde con 4 punti di fila con Turner e Cusin (54-41). Ragland da tre e Cervi dopo un contropiede danno il +16 agli irpini che costringono l’ex Pancotto al time-out (59-43). L’asse Green-Cervi produce quattro punti di fila del nazionale azzurro (63-44). Biligha e McGee piazzano un mini break di 4-0 e il quarto si chiude con la Sidigas sul +17 (65-48).

McGee da sotto accorcia, ma Buva ridà il +17 ai biancoverdi. Una tripla di Starks ed una palla persa degli irpini costringono Sacripanti al time out (69-55). Acker serve un assist a Veikalas che realizza da sotto, dall’altro lato Starks e Mc Gee si mettono in proprio e portano Cremona a -12. Nunnally e Cervi sul parquet e subito fanno sentire la loro presenza con due punti a testa (75-61). Washington cerca ancora di far rientrare la sua squadra, ma Nunnally continua segnare (81-65).Cremona confeziona un parziale di 5-0 targato Washington – McGee, ma Ragland chiude la contesa e conquista il momentaneo terzo posto, al 40’ (84-70).

Coach Pino Sacripanti al termine della partita è raggiante dopo l’ottima vittoria della sua squadra che è riuscita a conquistare il terzo posto, reagendo alla sconfitta di sette giorni fa a Torino: “Abbiamo disputato una buona gara sotto tutti gli aspetti. Siamo stati bravi a limitare l’attacco di Cremona sui pick and roll, la scintilla della partita è scattata quando abbiamo fatto la difesa allungata che ci ha permesso di fare un break di otto punti. Conquistato la terza piazza, ora dovremo essere bravi a tenercelo stretto. Dopo la sconfitta di Torino non ero contento e in settimana lo presente ai ragazzi che hanno rispettato in pieno il piano gara. Sono contento perché questa squadra ha diverse opzioni che ci permettono di variare il nostro gioco. Domenica ci aspetta una partita ostica contro Caserta. Non dobbiamo guardare a quello che è successo all’andata, ma concentrarci e fare le cose che proveremo in settimana. Sono legato ai bianconeri e spero che oggi pomeriggio ci diano una mano battendo Reggio, ma spero anche di batterla tra sette giorni”.

LASCIA UN COMMENTO