Tari, zone non servite, istanze presentabili fino al 16 aprile.

0
79

news2617La Giunta Comunale di Avellino, su proposta dell’Assessore ai servizi finanziari Maria Elena Iaverone, in relazione al pagamento della Tari, ha fissato al 16 aprile 2015 il termine perentorio per la presentazione delle istanze da parte dei cittadini residenti in abitazioni ubicate in zone il cui punto di raccolta, o di fatto servita, è superiore a 600 metri lineari, calcolati su strada carrabile.

Sarà cura dell’Ufficio Ambiente comunale effettuare le verifiche delle distanze dichiarate dai cittadini sulla base di quanto previsto dal piano che regola il Servizio di Raccolta Rifiuti.

Si ricorda che per le utenze ubicate fuori dalla zona servita (purché di fatto non sono servite dalla raccolta di rifiuti organici e/o indifferenziati) il tributo da applicare è ridotto del 60% se la distanza del più vicino punto di raccolta ubicato nella zona perimetrata o servita è superiore ai 600metri.

In sostanza il tributo è dovuto per intero nelle zone in cui è effettuata la raccolta dei rifiuti urbani ed assimilati.

In ogni caso a richiedere la riduzione, e quindi a presentare la relativa istanza, dovrà essere il cittadino che risiede nella zona non servita.

LASCIA UN COMMENTO