Al via “Live Your Life” per la prevenzione in occasione della Giornata mondiale contro le Dipendenze Patologiche, sabato 30 in Corso Vittorio Emanuele.

0
104

il team di live your life con il dott. Lorenzo Savignano del SerT di AvellinoQuarta edizione, il 30 maggio, in Corso Vittorio Emanuele ad Avellino, per “Live Your Life”, la kermesse di musica, danza e spettacolo patrocinata dalle Amministrazioni comunali e provinciali e organizzata dalla ASL di Avellino (attraverso il SerT) in collaborazione con il Progetto N.E.T. –Nuove Esperienze Territoriali-, ubicato nel quartiere Valle dove svolge attività informative, laboratoriali e ludico-ricreative rivolte ai giovani.

La manifestazione, collegata alla Giornata nazionale di Lotta alla droga, nasce per coinvolgere i giovani nella prevenzione delle dipendenze patologiche sia da sostanze (alcol e droghe) che comportamentali (gioco d’azzardo patologico) e per promuovere, nei giovani, un modo più vero e intenso per essere protagonisti della propria vita nella nostra città. La musica diventerà momento di proposta oltre che di bellezza e il ballo potrà favorire la scoperta che anche il divertimento può essere intensamente vissuto senza la necessità di “artifici chimici”.

Si tratta di un evento di Prevenzione incentrato su linguaggi artistici e sulla metodologia della “Educazione tra pari” con la presenza di testimonial giovanili e credibili; questa ricetta, nelle tre edizioni precedenti, ha saputo mobilitare una grande quantità di giovanissimi e riscuotere un notevole interesse nei media.

Preceduta dalle intense attività laboratoriali di “Live your Lab”, la giornata del 30 sarà come al solito coordinata dal SerT di Avellino e vedrà come realizzatori e conduttori di primo piano un gruppo di ragazzi Opinion Leaders formati nel Progetto NET, progetto di Promozione della salute del SerT di Avellino, che vede anche il Comune di Avellino come partner e che trova il suo baricentro operativo nello stabile situato in piazza santa Maria Assunta in Cielo, nella frazione Valle in Avellino, allo scopo assegnata.

Il programma della giornata prevederà la presenza, sul palco, di giovani artisti di Avellino e provincia (gruppi rock, cantanti, rapper, e altro) tutti impegnati a testimoniare che, per divertirsi, non c’è bisogno di artifici chimici quali alcol e droghe e che questo può essere più interessante anche del ricercare sensazioni (es. nel Gioco d’Azzardo) per sentirsi vivi! A potenziamento di ciò è stata indetto il “No alcol day”: durante la manifestazione, nei bar della zona contrassegnati da apposito adesivo, per arginare la moda del bere alcolici, sarà possibile ricevere gratuitamente cocktails analcolici.

Saranno presenti sul palco: Alchimia, Perfect Wave, Blackout, Fluorescent Rain, Jengobum, Francesca Piccolo, Gennaro De Chiara, Filippo Romano, Ilaria Ercolino,  Caterina Soddu, Alessandra Di Giacomo, Alessia Scozzese, Pandeli & Marjo, Asso De Maria, Marco Giulivo, Ritastella Liberale, Valerio Luciano f.t Fabiana Battista, T. Rabbia & ArkMan. Oltre a ciò, sarà presente quest’anno l’animazione di Scuolazoo, il sito ormai diventato di riferimento per la comunità degli studenti, momenti di balli di gruppo, break dance, hip hop e discoteca.

Potenziata, quest’anno, la sezione degli stand: oltre a stand dell’ASL relativi a progetti di promozione della salute tra i giovani, si prevede la presenza di “ScuolaZoo”, del “Banco Alimentare Campania”, de “Il Raggio” di Firenze, della “Civitas Abellinum Pro loco”, del “Rotary”, di “Insieme contro l’Azzardo”, della “Federazione Italiana Amici della Bici” nonchè di writers e artisti vari. Tutti uniti nel voler lanciare, ognuno con le proprie specificità, un invito ad un sano protagonismo giovanile e un messaggio di lotta alle dipendenze patologiche.

“Una tale modalità comunicativa, esito di un paziente e tenace lavoro di formazione di giovani Opinion Leaders impegnati nella Educazione tra pari, è la testimonianza” -commenta il dott. Commissario Straordinario ASL di Avellino- “di una sanità territoriale che, desiderando e sapendo coinvolgere anche le forze vive del territorio, si dimostra capace di intercettare il reale bisogno dei cittadini, anche nella lotta contro il fenomeno delle dipendenze patologiche così devastante, purtroppo, anche per i giovani della nostra città”.

LASCIA UN COMMENTO