Rifiuti, la Provincia fa la sua parte. Biancardi: non possiamo andare oltre i due mesi.

0
786

Oggi è previsto il fermo del termovalorizzatore di Acerra. L’irpinia è pronta a fare la sua parte nella gestione dell’emergenza rifiuti in Campania che durerà dai 35 ai 60 giorni.

Come concordato a palazzo Santa Lucia nei giorni scorsi, lo Stir di Pianodardine accoglierà 3000 ecoballe. In giornata il presidente della Provincia Domenico Biancardi, con apposita ordinanza, autorizza il deposito temporaneo della frazione secca tritovagliata della raccolta differenziata dei rifiuti nello stabilimento del nucleo industriale.

“Questo impegno preso con la regione Campania è stato mantenuto, concordandolo naturalmente con il governatore De Luca. Cominceremo questo percorso in attesa che ritorni alla normalità l’attività di Acerra”.

Via libera solo alle ecoballe prodotte in provincia di Avellino. Su questo l’inquilino di palazzo Caracciolo è stato chiaro. E non si dovrà andare oltre i due mesi, “altrimenti – aggiunge Biancardi – potremmo avere problemi. “I nostri siti sono controllati settimanalmente, abbiamo tutto in regola ma possiamo ricevere solo nella misura e per i tempi concordati, non oltre. Non abbiamo altre possibilità ma sono tranquillo perchè al momento abbiamo avuto rassicurazioni che non ci saranno intoppi.”

LASCIA UN COMMENTO