Versus Festival: la giornata finale con le premiazioni.

0
30

PartirePer_VersusUna giornata speciale, quella di lunedì 1 giugno, per il Versus – Festival internazionale del documentario di viaggio e del cammino. L

‘iniziativa ideata da Tabula Rasa Eventi con il Comune di San Salvatore Telesino (BN) e il GAL Titerno volge al termine, ma prima del finale con la premiazione e il concerto dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio N. Sala di Benevento, numerosi impegni contrassegnano il programma del giorno.

Per l’ultima volta le proiezioni dei documentari in concorso e dei film a tema sportivo del programma parallelo Carmelo’s Cineteca, ma il tema del viaggio continua a caratterizzare altri appuntamenti. Ad esempio quello delle 9.30, ovvero una vera e propria escursione: partenza da Massa di Faicchio per giungere al Monte Acero in compagnia di Gianna Volpe, guida CAI.

Ancora viaggio per tre incontri molto interessanti: “Racconti e spaesamenti” di Jonathan Esposito in Pinacoteca Rao (Il Grand Tour nella Valle del Titerno), l’ultimo reading Viaggio nel paese dei coppoloni al Bar Morgana con ospite d’eccezione Peppe Fonzo, i diari della motocicletta di Gionata Nencini, che in compagnia del giornalista Sandro Tacinelli narrerà la sua esperienza on the road dal titolo Partire per. Alle 21.00 in Abbazia la premiazione dei vincitori: la giuria di Versus, presieduta dal direttore artistico Armin Viglione, attribuisce i premi ai film votati dalla giuria popolare e dalla giuria tecnica. Per ciascuna sezione assegna un premio ai primi classificati. il documentario vincitore del Versus Award per la sezione Viaggio DOC riceverà un premio in denaro di 1000 euro. Il vincitore del Versus Routes Award sarà premiato con un viaggio. Il corto vincitore del Versus Class Award riceverà un premio in denaro di 300 euro. La direzione artistica della Festa Cinema del Reale di Specchia (prov. Lecce) assegna un riconoscimento a un documentario di viaggio.

 

GrandTour_VersusIl tema del cammino sulla via Francigena anima anche un altro incontro: quello con Davide Gaudio, che terrà un workshop fotografico proprio sull’argomento, dal titolo Reportage sulla Via Francigena del Sud. Anche per questo, l’Associazione Europea delle Vie Francigene e l’Associazione Civita – che promuovono la V Edizione del Festival Collective Project Via Francigena 2015 – hanno menzionato Versus nel Festival Europeo delle Vie Francigene tra le iniziative legate alla promozione e valorizzazione dei territori attraversati dall’antico percorso. Il Progetto è realizzato con il contributo del PSR Campania 2007/2013, Asse IV – Approccio LEADER Misura 41 – Sottomisura 413 del PSL Titerno, Misura 313.

Accesso alle proiezioni

È consentito a tutti gli spettatori compatibilmente con i posti disponibili. Gli spettatori dovranno accedere alla sala almeno 5 minuti prima dell’inizio dello spettacolo.

info@versusfestival.it mob. 339.4495443 tel. 0824.948831

 

Programma lunedì 1 giugno 2015

partenza da Massa di Faicchio

9.30 CAI INSIEME A MONTE ACERO

Escursione guidata organizzata dalla guida CAI Gianna Volpe

Abbazia San Salvatore

9.30 REPORTAGE SULLA VIA FRANCIGENA DEL SUD

Workshop fotografico di base con Davide Gaudio

Abbazia San Salvatore

10.00 e 16.00 ROUTES e VIAGGIO DOC

Corto Viaggio Rurale – proiezioni

 

EST MEMORIALE

di Pier Paolo Patti e Ciro Vitale > 4’29”, 2013

 

Est Memoriale è il titolo non solo di un ‘documento video’, ma di un progetto più ampio, in cui il viaggio è divenuto materia dell’opera d’arte “Somewhere”, installazione site specific presentata alla VIII Shiryaevo Biennale of Contemporary art in Russia, a cui i due registi hanno partecipato nel 2013. 45 giorni di viaggio, 13 stati attraversati, 10.000 km in auto, più di 8000 scatti che rievocano il tragitto compiuto attraverso un montaggio serrato che restituisce la dimensione on the road del viaggio. L’installazione Somewhere è icona delle problematiche storiche e sociali che animano l’Est Europa e che hanno portato ai conflitti che ancora oggi la martirizzano.

 

LA BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI

di Cosimo Terlizzi, 7′ 43″, 2013

 

Una mucca si guarda allo specchio, un maiale gigante si riposa in una pozzanghera di fango, una zampa di coniglio appesa come un talismano, un fagiano annuncia con il suo canto l’arrivo dello straniero. In questa fattoria piena di animali, la minaccia della morte è vicina. Ma al suo posto, ha luogo un rito della benedizione, celebrando così il dramma e la bellezza della vita.

 

CAMPI DI GRANO

di Stefano Blasi, 7′ 2013

con Armando Frascella e Carolina Iacca

 

Armando e Lina rievocano le pratiche, le relazioni e le speranze di appuntamento rituale, importante e antico: la mietitura. La piccola valle in cui i due si muovono era un tempo al centro di un ampio sistema agricolo affacciato sul mare. Oggi la cintura residenziale di Taranto la circonda, ma senza cancellarne il fascino e la bellezza secolari. Il grano è maturo: dopo esser stato gettato dall’uomo, accolto dalla terra e benedetto dalla pioggia, il raccolto sarà trebbiato e inizierà il suo viaggio verso la pesa e l’ammasso: passaggi rituali carichi di speranza e di relazione. Ma dietro l’aspetto forte e spigoloso del processo industriale si intravedono nitide le tracce di un passato ancora vivo, legato alla realtà umana più profonda.

 

DESTINATION DE DIEU

di Andrea Gadaleta Caldarola, 20’, 2014

 

La Capitanata si estende in Puglia fra i comuni di San Severo, Foggia e Cerignola. Qui le terre sono intensamente coltivate, e l’agricoltura industriale è il motore dell’economia. Durante le stagioni di raccolta, migliaia di lavoratori africani si ammassano in baraccopoli e casolari della Capitanata, dove contratti di lavoro e diritti non esistono, ma dove è facile essere reclutati dai caporali. Destination de dieu è un progetto di documentario partecipato, girato in una delle più grandi baraccopoli pugliesi, il Gran Ghetto: un racconto corale che, a partire dalle condizioni di vita dei braccianti africani, restituisce uno spaccato della Puglia e dell’Italia di oggi.

 

EMILIO

di Angelo Cretella 15’, 2012

 

Emilio (Sergio Lecci), un ragazzo tanto buono quanto i suo 200 kg di peso, percorre spesso sul suo piccolissimo motorino le strade di campagna che conducono alla masseria dove c’è Alida (Sara Scarpati), una sua amica prostituta. L’affetto criminale del ritrovato fratello Benito (Nandu Popu), appena uscito dal carcere, lo plagerà fino a farlo diventare un uomo violento. Un corto circuito dal quale Emilio proverà ad uscire. Un piccolo romanzo di “de-formazione” che porterà Emilio, “grazie” all’educazione sentimentale del fratello Benito, ad una trasformazione fisica e psicologica.

 

LA DISCESA

di Felice D’Andrea 4’22”, 2013

 

Un uomo, il suo cammino/delirio. La notte che lascia il posto alle prime luci del giorno. Il viaggio senza più mete da raggiungere. Luoghi non luoghi. Attraversamenti senza raggiungimenti. Un vuoto di parole, perché non c’è più dialogo. La discesa verso dove? Una notte che lascerà il posto a un nuovo giorno?

 

MAL DI MARE

di Matteo Bastianelli > 75’, 2014

 

Il tempo sembra essersi fermato alla Rivoluzione Industriale dell’800, con i palazzi decadenti del borgo vecchio e il fascino antico dei pescatori a far da corollario ad un’immagine da cartolina neorealista. Lo sfondo è quello del polo siderurgico di Taranto. Il più grande d’Europa e anche il più inquinato. Dove l’aumento delle malattie correlate all’inquinamento distrugge la vita di tantissime famiglie, divise tra lavoro e salute.

 

CARGO

di Vincenzo Mineo > 48’, 2010

 

Vuole rendere testimonianza non solo del lavoro svolto a bordo da ufficiali e marinai, ma vuole anche sentire le loro storie, le loro solitudini e i momenti di aggregazione, il tempo libero e i contatti con la terraferma. Tutto questo per far conoscere il piacere e le difficoltà di un lavoro svolto sul mare, su una nave che diventa anch’essa protagonista, un’isola in movimento vissuta da una eterogenea comunità-equipaggio in isola-mento, con le sue gerarchie e i suoi equilibri, con i suoi sogni e i suoi desideri.

 

 

Pinacoteca Massimo Rao, via Sant’Angelo

11:30 IL GRAND TOUR NELLA VALLE DEL TITERNO

Racconti e spaesamenti di Jonathan Esposito

 

Bar Morgana, via Roma

12:30 VIAGGIO NEL PAESE DEI COPPOLONI

Lettura – aperitivo con Peppe Fonzo

Un viaggio dentro un libro “compagno di viaggio”, dentro un paese, una comunità, dentro una storia che racconta la vita e lo spirito dei “nostri” luoghi.

Bar Piper, via Bagni

18:30 PARTIRE PER

Incontro con Gionata Nencini. Conduce Sandro Tacinelli

 

Gionata, 10 anni fa ispirato dai “diari della motocicletta” di Che Guevara, decise di lanciarsi in questa avventura on the road, girando il mondo. A fine Giugno celebrerà i 10 anni di vita da viaggiatore e in questo mese ha presentato il suo primo libro, dal nome “manuale del motoviaggiatore”. L’intenzione è quella di portare al festival un contributo concreto: Gionata ha fatto del viaggio uno stile di vita e una bella storia da raccontare a tutti.

www.partireper.it

Black Out Club, Via Cortopasso

21.00 CARMELO’S CINETECA

Un appuntamento quotidiano al Black Out Club per rivivere grandi storie dei campioni e degli uomini.

 

Abbazia San Salvatore

21.00 PREMIAZIONE

Proclamazione dei vincitori del primo Versus Festival

I premi:

La giuria di Versus, presieduta dal direttore artistico Armin Viglione, attribuisce i premi ai film votati dalla giuria popolare e dalla giuria tecnica. Per ciascuna sezione assegna un premio ai primi classificati.

Versus Award:

Il documentario vincitore per la sezione Viaggio DOC riceverà un premio in denaro di 1000 euro.

Versus Routes Award:

Il cortometraggio vincitore sarà premiato un viaggio.

Versus Class Award:

Il cortometraggio vincitore riceverà un premio in denaro di 300 euro.

Premio Festa Cinema del Reale:

La direzione artistica della Festa Cinema del Reale di Specchia in provincia di Lecce assegna un riconoscimento a un documentario di viaggio.

Abbazia San Salvatore

22.00 ORCHESTRA SINFONICA DEL CONSERVATORIO NICOLA SALA DI BENEVENTO

 

 

Versus Festival:

www.versusfestival.it

LASCIA UN COMMENTO