Sidigas Avellino sconfitta in casa da Brindisi, playoff sempre più lontani. Non basterà vincere a Pistoia.

0
628

Niente da fare per la Sidigas Scandone Avellino che lotta ma deve cedere il passo alla Happy Casa Brindisi. I biancoverdi in un match tirato cedono per 83-87, la squadra di Maffezzoli è uscita alla distanza ma nel finale gli ospiti hanno avuto la meglio nonostante le buone prove di Silins (20 punti e 19 di valutazione) e Sykes (20 e 19 anche per lui).

Primo Quarto (17-19): Tutto pronto alla palla a due del penultimo turno di Serie A, questi i quintetti: coach Maffezzoli schiera Sykes, Harper, Nichols, Silins e Young; Vitucci risponde con Banks, Chappell, Moraschini, Gaffney e Brown. Subito alti i ritmi difensivi per entrambe le formazioni: Silins inaugura il match con la schiacciata, seguono Nichols e Harper con i tiri dall’area mentre i biancoblu si tengono a contatto con il solo John Brown, l’unico a realizzare nei primi minuti del primo quarto. Sykes realizza 4 punti consecutivi, ma la bomba di Gaffney porta per la prima volta in vantaggio l’Happy Casa (10-11). La Sidigas non segna più e Chappell ne approfitta per aumentare il divario: sul 10-14 a 2:20 dal termine del primo quarto, Maffezzoli chiama time-out. Brindisi continua a punire la difesa irpina con Chappell e Gaffney, ma ci pensa Luca Campogrande col layup a rompere il parziale complessivo di 9-0 in favore degli ospiti (12-19). Lo seguono a ruota prima Sykes con il gioco da tre punti e poi Young con la schiacciata dopo la palla recuperata di Filloy.

Secondo Quarto (31-39): Problemi in fase offensiva per i padroni di casa, che non si sbloccano fino al 5′ grazie al 2/2 ai liberi di Sykes , mentre Brindisi capitalizza il parziale di 7-0 che la porta sul 17-26. Gaffney con la tripla mette 10 punti di distacco tra le due squadre, ma ci pensa Udanoh ad accorciare con il tiro da sotto (21-29). Silins prova a dare man forte ma il tentativo viene ricacciato indietro dalla tripla di Chappell che vale il 23-32: coach Maffezzoli utilizza il secondo time-out a disposizione. Silins ridà fiducia ai suoi con la tripla del -6, ma per Brindisi sale in cattedra Zanelli, abile a trovare le giuste soluzioni in fase offensiva. Ancora Silions con la bomba del 31-37, ma le squadre tornano negli spogliatoi sull’appoggio di Banks del 31-39.

Terzo Quarto (58-65): Apre la tripla di Silins, rispondono prontamente Brown e Banks. Nichols fa 1/2 dalla lunetta mentre Brown segna da sotto e Banks realizza 3 liberi consecutivi, Sykes appoggia al vetro due volte ed Avellino ritorna sotto (39-48). Sykes si carica i biancoverdi sulle spalle: dopo un libero di Brown, il play biancoverde segna 5 punti consecutivi, frutto di una tripla ed una penetrazione costringendo Vitucci al time-out (44-49). La Sidigas è in fiducia e continua a segnare prima con Young e poi da tre con Silins, ed è parità. Controparziale ospite con due penetrazioni di Banks e Moraschini. Harper segna in penetrazione ma Clark fa bottino pieno dalla lunetta (51-56). Ancora Harper a tenere a -3 Avellino, dall’altro lato segna invece Banks. Nichols si sblocca dalla lunga distanza ma un contropiede brindisino costringe Maffezzoli al time-out (56-62). Banks con la tripla prova a far scappare Brindisi ma Harper da sotto tiene in vita Avellino (58-65).

Quarto Quarto (83-87): Udanoh segna con il piazzato, ma il 7-0 di parziale brindisino costruito dai canestri dalla coppia Banks-Chappell costringe Maffezzoli a parlarci su (60-72). Avellino ritorna in campo con il piglio giusto e piazza un break di 9-0 con i canestri di Harper, Filloy e Silins. Brown realizza da dentro l’area ma Filloy da tre riporta a -2 la Sidigas (72-74). Udanoh realizza dopo aver catturato il rimbalzo offensivo Harper in penetrazione dà il vantaggio alla Sidigas (76-74). Controbreak ospite dopo un antisportivo chiamato a Sykes e Brindisi ritorna avanti (76-78). Silins pareggia, ma Brindisi non si scompone e con Moraschini e Banks ritorna avanti (78-84). Avellino ci crede e arriva fino a -2. Harper spreca la palla del pareggio mentre Moraschini segna i punti della staffa (83-87).

Non il verdetto che sperava la Sidigas Avellino: al PalaDelMauro il risultato finale è di 83-87 in favore della Happy Casa Brindisi. Il prossimo ed ultimo appuntamento a cui sono chiamati a rispondere i biancoverdi avrà luogo sul parquet del PalaCarrara di Pistoia, con palla a due domenica prossima alle ore 20.30.

Così coach Maffezzoli ai giornalisti presenti in sala stampa nel postpartita:

C’è grandissima amarezza: per la prima volta assaporiamo cosa vuol dire l’essere fuori dai playoff. Adesso dovremo vincere a Pistoia e poi sperare di avere fortuna perché purtroppo il futuro non dipende più solo da noi. Mi aspettavo una partita diversa dalla mia squadra: se si entra con paura non solo è chiaro che c’è qualcosa che non va, ma dovrò anche capirne il perché. Questo purtroppo è il feeling con cui abbiamo approcciato alla gara: per due quarti non ho visto la squadra che mi aspettavo dal punto di vista emotivo. La differenza la fa anche questo tipo di atteggiamento e c’è grandissimo rammarico per aver perso una partita che eravamo riusciti a rigirare: sul +2, palla in mano a noi, dopodiché una persa ed un fallo antisportivo commesso; poi di nuovo abbiamo sprecato la palla del pareggio.

Adesso possiamo e dobbiamo solo andare avanti: in questa stagione per un motivo e o per un altro non abbiamo mai avuto l’approccio giusto nelle partite importanti. A turno tutti hanno avuto problemi di rendimento e purtroppo siamo oggi stiamo commentando un’altra sconfitta sul finale ed un’altra partita che poteva cambiare la nostra stagione“.

LASCIA UN COMMENTO