Sidigas Avellino vince e convince contro Reggio Emilia.

0
726

Seconda vittoria consecutiva per la Sidigas Scandone Avellino, che dopo aver battuto Varese davanti al pubblico amico, batte anche la Grissin Bon Reggio Emilia per 91-59. Stavolta i biancoverdi sono stati bravi ad approcciare la gara dal primo minuto e conducendola fino al quarantesimo. Vucinic ha tanti motivi per sorridere, oltre alle solite ottime gare di Sykes e Green, da segnalare le ottime prove di Silins ed Harper con i due giocatori che sono andati  entrambi in doppia cifra.

Primo quarto (24-17): Alla palla a due, questi i quintetti schierati dalle due squadre: per Avellino, Sykes, Harper, Campogrande, Green e Ndiaye; per Reggio Emilia, Candi, Dixon, Gaspardi, Aguilar e Cervi. Esordio sprint per la Sidigas, che si porta sul 9-2 grazie alla schiacciata di Ndiaye e alle triple di Green e Harper, Reggio va in lunetta con Gaspardo che segna entrambi i liberi a disposizione. Harper serve l’assist a Green, che ringrazia, ma i biancorossi sono abili a portarsi ad un solo punto di svantaggio grazie alle ottime giocate di Gaspardo e alla tripla di Mussini (14-13 dopo i primi 7′): è poi l’ex Ortner a regalare il primo vantaggio alla squadra di Pillastrini, con Vucinic che ricorre al time-out. I biancoverdi ritrovano il giusto ritmo realizzando il break di 10-2, che decreta la fine del primo quarto sul 24-17 in favore della Sidigas.

Secondo quarto (43-31):  Si rivede in campo capitan D’Ercole, di ritorno dall’infortunio. Mini-parziale reggiano di 4-0 annullato dal contro parziale della Sidigas con due canestri consecutivi di Silins (29-21). Cervi segna da sotto, Udanoh risponde nell’altra metà campo e, dopo la schiacciata di Candi che vale il 31-25, Pillastrini chiama time-out. Gioco da tre punti per Sykes, con Reggio Emilia che rifila il parziale di 6-0 grazie a Mussini e Dixon e si riavvicina pericolosamente (34-31), ma per la Sidigas ci pensano i soliti Green e Sykes a togliere le castagne dal fuoco con i 5 punti che valgono il 39-31. Harper rincara la dose e Sykes conquista fallo e segna i liberi dando alla Sidigas il massimo vantaggio (43-31).

Terzo quarto (72-46):  Avellino ricomincia da dove aveva lasciato con Ndiaye e Sykes che vanno ad appoggiare facilmente a canestro. Reggio però è abile a rientrare e segna due volte con Dixon (47-35). I biancoverdi si affidano a Sykes che segna 6 punti consecutivi con l’arresto e tiro e Pillastrini chiama time-out (53-35), che tuttavia non scuote Reggio e la Sidigas prova a scappare. Dopo un 1/2 di Gaspardo, Green fa bottino pieno dalla lunetta. Ancora Gaspardo a realizzare da tre ma Udanoh concretizza un gioco da tre punti, Harper segna in contropiede e Green realizza dalla lunga distanza (66-44). La Sidigas difende forte e ne giova l’attacco, grazie ai liberi di Green e Sykes ed alla tripla di Silins (72-46).

Quarto quarto (91-59): Avellino gioca sul velluto e trova due punti di Spizzichini dopo un’azione corale di squadra. I biancoverdi fanno girare bene la palla e trovano la schiacciata di Silins. Reggio prova una reazione con Mussini ed Allen, ma la Sidigas trova ancora il canestro prima con Udanoh e poi con Spizzichini (80-55). Gli ospiti realizzano solo dalla lunetta con Allen mentre Avellino va a segno con le triple di Sykes e Sabatino (86-57). Gli ultimi minuti servono a fare accademia con i giocatori che aggiustano le statistiche, Avellino batte Reggio Emilia 91-59.

Conquista il successo nel secondo match casalingo consecutivo la Sidigas Avellino, che vince contro la Grissin Bon Reggio Emilia per 91-59 nella partita valevole per il 22esimo turno del campionato Legabasket Serie A. Buone le performance dei biancoverdi Sykes, Green e Harper, maggiori terminali offensivi della squadra sotto le direttive di coach Vucinic, che si esprime così nella conferenza stampa post partita:

Abbiamo avuto un buon approccio e abbiamo meritato di vincerla. Reggio Emilia sta attraversando tante difficoltà, soprattutto a livello di infortuni, proprio come noi, e sta facendo fatica a trovare continuità. Siamo consapevoli del calendario fitto che ci attende da ora in avanti: tutte le squadre a questo punto della stagione lottano per qualcosa, chi per il miglior posizionamento ai playoff, chi per non retrocedere, quindi è difficile dire di aver trovato continuità dopo il secondo successo consecutivo.

Demonte Harper ha subito una botta al ginocchio, la prima volta nel primo tempo e la seconda nel secondo, mentre Hamady Ndiaye già prima del match ha accusato qualche fastidio alla schiena: speriamo che per entrambi non sia niente di serio“.

A seguire ha preso la parola il più giovane del roster, Antonino Sabatino, che sta guadagnando il suo spazio partita dopo partita:

Abbiamo iniziato bene dal primo quarto, mettendo da subito grande energia. Sono contento che il coach mi stia dando fiducia e cerco sempre di ripagarlo nel migliore dei modi, facendomi trovare pronto in qualsiasi momento. Ringrazio i miei compagni di squadra, che mi aiutano molto negli allenamenti e mi danno sempre tanti consigli che mi permettono di migliorarmi“.

LASCIA UN COMMENTO